Jim Lee e Geoff Johns incontrano la stampa a Lucca Comics & Games 2012

lucca comics 2012

Lucca Comics and Games 2012 - Comicsblog è a caccia di news, interviste, foto e tanto altro. Seguite la diretta dal 1 al 4 novembre e cliccate qui per non perdere tutti i nostri aggiornamenti. La Dc Comics ha inviato in Italia due rappresentati eccellenti: Geoff Johns e Jim Lee. Il duo è attualmente impegnato sulla testata Justice League. Gli artisti sono adesso presenti al Press Café per l'incontro con la stampa. Seguono le loro dichiarazioni:

Jim Lee: “La Image Comics è differente dalla Dc Comics. La Image era appena avviata, quindi abbiamo imparato dai nostri stessi errori, grazie anche ad uno staff molto unito. La Dc Comics è una grande azienda e c'è un livello di organizzazione maggiore, con gente con grande esperienza nel settore e tutto è più facile. In entrambi i casi la passione è la stessa. Il livello di struttura è diverso.”

Geoff Johns: “Il mio coinvolgimento nel progetto di reboot è stato limitato alle testate che scrivo. E' stato un ottimo modo per coinvolgere nuovi lettori, poiché non è facile farsi coinvolgere da un personaggio con una storia troppo complessa. Ricreare Aquaman è stato facile perché lo amo molto. Le prese in giro storiche (un uomo che parla ai pesci) le ho sfruttate così da integrarle col nuovo personaggio così da renderlo più interessante. Per questo ha avuto un grande successo.”

Jim Lee: “Il mio fumetto preferito? Per me sono tutti speciali, ma il mio preferito fu Il ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller. Lo trovai diverso da sotto ogni punto di vista e mi diede nuove energie per intraprendere la mia carriera di disegnatore”.

Geoff Johns: “Sinestro continuerà ad avere lo spazio di adesso, poiché i cattivi sono importanti quanto gli eroi. Spesso gli avversari si appiattiscono dopo 50 anni di fumetti, invece è importante curare la loro psicologia, entrare in empatia. Far unire Sinestro alle Lanterne Verdi aiuta il lettore a rispecchiarsi nel personaggio più di prima, per questo lo vedrete ancora in primo piano”.

Jim Lee: “Ho una visione un po' particolare della continuity. In questo caso non è un passaggio da A alla Z. Oggi qualcuno lavora alla A, altri alla M, altri ancora alla I. Alla fine la continuity è tutto quello che uno decide di credere, poiché non tutti possono leggere tutte le 52 testate. Quindi ci vuole tempo prima di potere avere una continuity principale del nuovo Dc Universe”.

Jim Lee: “Non ho mai preteso che la Dc prendesse in considerazione la Wildstorm originale per inserirla nel nuovo universo, anzi sono stato aperto alle innovazioni. Chi si fissa troppo a mantenere tutto quello che ha partorito in orgine , toglie opportunità agli artisti dopo di lui di migliorare i suoi personaggi.”

Geoff Johns: “Abbiamo discusso molto prima di separare Superman da Lois Lane, ma l'operazione alla fine non è stata così traumatica. Abbiamo avuto l'opportunità di esplorare nuovi aspetti dei personaggi, proprio per rendere più interessanti le loro storie. Per questo oggi Wonder Woman ha una relazione con Superman.”

Jim Lee: “Wonder Woman è un personaggio molto difficile da rappresentare poiché legata alla mitologia antica. La mitologia greca, in realtà, non è adatta ai bambini, è cupa e Azzarello è stato bravo a sottolineare questo aspetto. Lo sceneggiatore deve essere bravo a narrare qualcosa che nessuno non aveva mai narrato prima.”

Geoff Johns: “Ho visto un grosso salto qualitativo in tutte le serie a livello delle illustrazioni.”

Geoff Johns: “Io non cerco mai di pensare al marketing quando scrivo una storia. Penso solo di collaborare con le persone migliori per realizzare una storia che mostri il personaggio nel migliore dei modi.”

Jim Lee: “Il cambiamento principale tra il Superman che disegnai tempo e quello che disegnerà è a livello grafico, poiché oggi sembra più giovane, quasi più antipatico. Il suo linguaggio del corpo è diverso oggi.”

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.