Metamorphosis, recensione in anteprima del nuovo fumetto di Bevilacqua

Dopo il successo di A Panda piace..., tutti si sarebbero aspettati che Giacomo Bevilacqua realizzasse un fumetto sulla stessa linea. Invece mi ha piacevolmente sorpreso con questa miniserie di 3 parti, edita dall'Editoriale Auera, distribuita in anteprima durante Lucca Comics and Games 2012 (con le copie portate in fiera andate subito esaurite) e che dal 28 novembre sarà in vendita in tutte le edicole e fumetterie d'Italia, intitolata Metamorphosis.

Luna Mondschein è una giovane blogger nonché scrittrice affetta da un singolare caso di schizofrenia. Quando dorme viene catapultata in un mondo popolato da figure della mitologia greca. Un suo amico viene ucciso e lei si trova coinvolta nella risoluzione del caso, anche perché la riguarda più di quanto lei stesso credesse.

Durante la lettura di Metamorphosis, ho avuto la sensazione di leggere un qualcosa simile a Almost Blue (il romanzo di Carlo "paura, eh?" Lucarelli) ambientato a Roma anziché a Bologna. Il serial killer c'è e la città eterna fa meravigliosamente da sfondo a questo thriller, grazie anche ai notevoli sfondi (invito i romani a riconoscere le varie vie cittadine) di Giacomo Bevilacqua. Una storia molto avvincente, divertente, con personaggi simpatici e ben caratterizzati, con un susseguirsi di colpi di scena. Se anche gli altri due albi mantengono lo stesso livello, con tutte le aspettative che ha creato il primo numero, siamo di fronte a un piccolo gioiellino. A una graphic novel separata in tre parti e venduta in edicola.

Di seguito alcune tavole tratte dall'albo.

Alcune tavole tratte da MEtamorphosis 1
Alcune tavole tratte da MEtamorphosis 1
Alcune tavole tratte da MEtamorphosis 1
Alcune tavole tratte da MEtamorphosis 1


Alcune tavole tratte da MEtamorphosis 1
Alcune tavole tratte da MEtamorphosis 1
Alcune tavole tratte da MEtamorphosis 1

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.