Spoiler capitolo 688 di One Piece

One Piece Immagini Capitolo 688

E torna anche One Piece che, dopo la settimana di pausa che ci siamo presi per il Lucca Comics and Games 2012, si prenderà un'altra settimana di stop...per le esigenze di Eiichiro Oda! Per fortuna questo capitolo è davvero meraviglioso e, sono sicuro, le tematiche trattate e la sensibilità con cui l'autore è riuscito ad esporle saranno recepite dai lettori con un cipiglio particolare e "sensibile", se così vogliamo dire!

Intanto, visto che settimana scorsa non abbiamo postato gli spoiler del capitolo 687, troverete un mini-riassunto del capitolo precedente e le anticipazioni, con immagini, del capitolo 688.

Cosa è successo nel capitolo precedente:

Tashigi ha provato ad affrontare Monet da sola, ma il Rogia le ha dato parecchio filo da torcere arrivando quasi ad ucciderla. Zoro, che se ne stava buono buono in un angolino (messosi li dopo aver litigato con Tashigi) decide di intervenire e, con un misto di tecnica e "paura", è riuscito a sconfiggere Monet con un solo fendente! L'arpia ha provato quindi a reagire, ma è stata Tashigi a dargli il colpo di grazia, consigliandole di arrendersi allo strapotere di Zoro che, se avesse voluto, avrebbe usato l'Haki per distruggerla definitivamente. Ed è proprio per la sua "gentilezza" nei confronti delle donne che Tashigi sembra avercela con Zoro che, a suo dire, non la reputa un'avversaria degna di questo nome...

Spoiler capitolo 688:

Zoro sta portando a spalla Tashigi che, a detta dello spadaccino, non è in grado di correre per le ferite riportate dal combattimento contro Monet. La posizione in cui la sta trasportando è però molto imbarazzante per la ragazza e, arrabbiata, chiede a Zoro di tralasciare le sue condizioni fisiche e di farla scendere immediatamente! Peccato che Zoro non sia dello stesso avviso anche perché, mentre sta correndo, il gas velenifero di Smiley sta entrando rapidamente nell'edificio e, se non vuole rimanere uccisa, per Tashigi è meglio seguire le direttive dello spadaccino dei Mugiwara. Tashigi prega lo spadaccino di lasciarla almeno quando sarà davanti ai suoi uomini, ma non riesce a strappare a Zoro neanche una promessa del genere e, mentre è in quella posizione molto "imbarazzante", la ragazza inizia a scrutare le spade del pirata (che, ovviamente, si arrabbia moltissimo)...

Intanto, nel corridoio interno del blocco B al terzo piano, Nami e gli altri cercano di bloccare l'avanzata dei bambini per permettere a Mocha di scappare con le caramelle. L'impresa non è facile ma Chopper, aiutato da Robin, riesce a sedare uno alla volta i piccoli, permettendo così a Mocha di prendere un po' di vantaggio dai compagni. Ma alcuni bambini sono riusciti ad aggirare i pirati e Mocha, adesso, deve combattere con i compagni di giochi per evitare che questi possano mangiare le caramelle "drogate" di Caesar Clown. Inizia così un tira e molla del contenitore di caramelle e Mocha, in un gesto estremo quanto folle, prende l'intero contenitore delle caramelle e lo inghiottisce in un sol boccone! Vedendo il gesto di Mocha, i bambini dicono alla compagna che è stata ingorda e cattiva mentre Chopper, shockato, urla alla bambina di sputare subito le medicine. Ma ormai è troppo tardi e Mocha, ormai, ha inghiottito tutte le caramelle...

In un flashback, vediamo Mocha e Chopper difendere le caramelle dall'assalto dei bambini e, serrando la porta della Biscuit Room e mantenendola con le proprie forze, i due riescono a guadagnare un po' di tempo. Qui Chopper spiega a Mocha il contenuto di quelle pericolosissime caramelle e i veri obbiettivi di C.C. che, a suo dire, ha praticamente condannato i bimbi a morte certa: gli esperimenti sul gigantismo sono sempre finiti con un fallimento e, sin dall'inizio, l'obbiettivo di C.C. era quello di testare sui bambini delle medicine per provare, successivamente, a migliorarle...in parole povere, i bambini non sono altro che cavie. Mocha è shockata e Chopper, seppur a malincuore, rivela alla bambina che se continueranno a mangiare le caramelle di C.C. potrebbero morire da un momento all'altro e che, come ormai avrà intuito dai discorsi, loro non sono mai stati malati! Mocha ripensa alla promessa che i bambini si son fatti quand'erano nella Biscuit Room, ovvero di diventare subito adulti per solcare il mare e vivere delle mirabolanti avventure tutti insieme. Ma se l'obbiettivo ultimo di C.C. è stato sempre e solo quello di farli morire per i suoi esperimenti, c'è il rischio concreto che quel sogno non si avvererà mai e poi mai. Mocha inizia quindi a piangere, quasi a "scusarsi" per aver inghiottito quelle caramelle che han fatto così tanto male a lei e soprattutto ai suoi amici e Chopper, ben conscio che la bambina è solo una vittima innocente delle macchinazioni di un uomo malvagio, promette alla piccola che nessuno di loro morirà e che C.C. la pagherà cara...perché potrà essere terrificante e potente quanto vuole, ma il suo capitano lo è 10 volte tanto!

Mocha inizia ad accusare i primi sintomi dell'inghiottimento di tutte quelle caramelle avvelenate e, distesa per terra, la bambina inizia a perdere sangue dalla bocca. Gli altri bambini non sanno come reagire a questa reazione di Mocha e Chopper, tra le lacrime, dice a tutti che la loro compagna si è sacrificata per loro! Questa sarebbe l'occasione migliore per sedare i bambini, ma Chopper è molto preoccupato per le condizioni di Mocha e vorrebbe soccorrere la piccola prima di addormentare gli altri. Per fortuna Sanji e i Marines intervengono al momento giusto e, come se fosse diventato il loro capitano, il pirata ordina ai militari di immobilizzare i bambini senza fargli del male. Ad aiutare Chopper si prestano gli uomini della squadra medica dei Marines che, armati di siringe, iniziano a sedare i bambini che, ormai, sembrano quasi "remissivi": lo "spettacolo" di Mocha distesa per terra in preda alle convulsioni e al sanguinamento li ha shockati, e ora i piccoli appaino quasi "svuotati" dalle emozioni negative che provavano. Chopper chiede ai Marines di portare Mocha in una sala check-up e questi, sollevata l'enorme bambina, obbediscono agli ordini della renna. Con le ultime forze che le sono rimaste, Mocha dice a Chopper che è riuscita a non far avere ai suoi amici le caramelle e, piangendo, il medico si complimenta con lei per l'operazione promettendole che la curerà...perché anche lei ha il diritto di diventare adulta!

Intanto, emerso da un tombino, Rufy si sta portando a spalla il draghetto Momonosuke che, a quanto pare, non è più in grado di muoversi. Preso uno degli uomini di C.C. a caso, il pirata si fa rivelare l'ubicazione del nascondiglio dello scienziato...guai in vista per Caesar Clown!

Immagini e spoiler sul capitolo 688 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 688 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 688 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 688 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 688 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 688 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 688 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 688 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 688 di One Piece

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.