I cartoni di Bruno Bozzetto sfidano la competizione esasperata

Bruno Bozzetto si è svegliato un bel giorno con un pensiero profondo, uno di quei pensieri che vengono malamente trascurati dai più: la competizione esasperata è dannosa!

Per esprimere le sue idee ha messo in moto la sua creatività e realizzato ben due cartoni animati. Il messaggio alla base dei due nuovi cartoons è chiaro: è necessario combattere sia la competizione esasperata, sia quella priva di fair play. Alla base di questi corti animati c'è in realtà il progetto ComunicAnimare la salute, voluto dall’ospedale Humanitas Gavazzeni di Bergamo che li ha presentati durante il convegno ”Per uno sport sicuro e salutare”, organizzato dall’Asl di Bergamo. C'è l'esigenza crescente di educare i più giovani attraverso l'arte per correggere il loro stile di vita, le loro relazioni in ogni campo. L'etica dello sport deve diventare etica di vita ed il messaggio deve essere diffuso con ogni mezzo possibile. Ovviamente Youtube e sul sito di Humanitas Gavazzeni sono due buoni strumenti per trasportare su ogni computer/smartphone/tablet i due cartoons disegnati di Bruno Bozzetto. L'autore ha descritto in soli quarantacinque secondi le ”Pazzie da sport” ed “Il bello dello sport” (questi i titoli scelti per i video).

Per ulteriori informazioni sull'autore visitate il suo portale ufficiale cliccando qui! Bruno Bozzetto è un animatore, fumettista, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano che è diventato celebre grazie al personaggio "Signor Rossi" (ideato nel 1960), pensato per essere il simbolo del cittadino italiano medio alle prese con il malcostume della società italiana. Alcune sue storie sono state pubblicate su Il Corriere dei Piccoli. Inoltre, l'Università di Bergamo nel 2007 gli ha conferito la Laurea honoris causa in "Teoria, Tecniche e Gestione delle Arti e dello Spettacolo".

via | La Stampa

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.