C.B. Cebulski rivela a Wired il suo giudizio sui fumettisti italiani

x-men marvel

Per avere una giusta valutazione sui fumettisti italiani, il portale Wired si è rivolto direttamente allo specialista C.B. Cebulski.

Chi meglio del Senior Vp of Creative & Creator Development della Marvel Comics (13 anni alle dipendenze della Casa delle Idee) può offrire una critica verso quel grande movimento di fattura italiana che si sta imponendo nel mondo dei comics? E' sotto gli occhi di tutti che gli autori italiani sono sempre di più e si stanno creando in azienda un ruolo da protagonisti. L'editore offre loro di lavorare sulle testate più celebri ed il pubblico accoglie le loro prove positivamente. C.B. Cebulski ha commentato l'Italia nel fumetto Marvel dichiarando che la nostra nazione per Marvel è un territorio fondamentale per una serie di motivi, che vanno oltre le ottime vendite (incluse quelle internazionali gestite da Panini Comics):

"L’Italia è un paese dove il fumetto riveste ancora un ruolo importante nella cultura, dove il medium è visto con la giusta prospettiva e ha una storia importante fatta di decenni di opere di livello. Il pubblico italiano da questo punto di vista è una garanzia, così come i tanti disegnatori che oggi lavorano per noi. La caratteristica di questi ragazzi è proprio quella di saper raccontare storie, senza esasperare concetti, contenuti e personaggi. Senza mostrare eccessivamente quei muscoli che altri piazzano sistematicamente in ogni lavoro, come a voler sottolineare cose che, in ogni caso, la sensibilità italiana riesce a far emergere senza difficoltà” .

Cliccate qui per leggere l'intervista integrale a C.B. Cebulski rilasciata su Wired.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.