Before Watchmen: Minutemen 1, la recensione

lion

Alan Moore non ha preso con entusiasmo l'operazione Before Watchmen.

Dobbiamo essere noi a convincerlo che tutto sta procedendo bene, secondo le aspettative (che sono alte visti gli sforzi effettuati dalla Dc Comics per un rilancio globale di tutta la sua produzione). Lion Comics ha distribuito qui da noi Before Watchmen: Minutemen n.1, albetto da 36 pagine a colori, realizzato completamente da Darwyn Cooke. E' sbagliato dire che sono € 2,50 buttati, ma nel complesso questo primo numero non entusiasma quanto dovrebbe. Darwyn Cooke è bravo, per carità, ha uno stile eccezionale nel narrare e nel disegnare, esaltando quel classicismo che fa impazzire quella fetta di pubblico sentimentalmente legata a geni come Jack Kirkby o a Stephen Ditko. Il limite di questo primo numero di Minutemen sta nella gestione degli spazi: troppo pochi per descrivere tutti i protagonisti, per approfondire le loro caratteristiche, per abbozzare una trama. Insomma, Cooke ha sfruttato il primo tassello della sua opera per elencare gli eroi, accennando il necessario, ma nulla più. La lettura non stanca, ma si lascia leggere piacevolmente fino alla fine.

Dopo questo "prequel di un prequel" ci sarà bisogno di un secondo numero più avvincente, forse con un tocco di mistero in più (elemento chiave dell'opera di Alan Moore).

Il voto finale - vada bene per un 7 pieno - resta alta, poiché ci troviamo di fronte ad un primo capitolo che Darwyn Cooke ha curato da un punto di vista grafico con rispetto, ricreando le atmosfere affascinanti di una metropoli tetra, abbastanza ingenua nel suo approcciarsi agli eventi, pronta a scoprire una categoria di "protettori" che sarà allo stesso tempo la sua salvezza e la sua rovina.

Sinossi: Cosa sappiamo dei Minutemen nei loro giorni di gloria? Quale miglior testimone di un Hollis Mason all'epilogo della sua vita?

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.