Marvel, Paul Cornell parla del rilancio di Wolverine!

Anche se non ne abbiamo parlato, vi assicuro che l'uscita del teaser "Sknit" non era passata inosservata da queste parti ed anzi, come i nostri "colleghi" americani, anche noi abbiamo pensato a cosa la Marvel aveva in serbo per il nostro adorato Wolverine. E, finalmente, grazie all'intervista a Paul Cornell (autore della testata) che la Marvel ha pubblicato sul sito ufficiale, siamo in grado di sapere come sarà questo "nuovo" Wolverine...

E devo dire che, leggendo l'intervista, ho avuto l'impressione che Cornell sia molto "Clearmontiano": coadiuvato dall'artista Alan Davis, Cornell ha sviluppato un "suo" Wolverine molto personale che, a grandi linee, assomiglia tanto a quel James Logan "guerriero" che Chris Claremont ha immaginato (e realizzato) negli anni ottanta/novanta. Non a caso, Cornell si riferisce a Wolverine chiamandolo James e non Logan, come a dare un "taglio netto" con il recente passato dell'eroe più controverso dell'universo mutante marveliano e la cosa, lo ammetto, mi intriga molto!

L'intervista è ben fatta ed articolata, ma ci sono due domande di cui le risposte mi hanno intrigato molto. La prima, ovviamente, è quella riguardante il primo story-arc che andremo a leggere, dove Cornell ha risposto così:

    James is caught up in a hostage situation, which involves a threat to innocents from a very disciplined, ruthless new character, the nature of which we’re only gradually going to reveal. That turns into an action movie chase, where James is highly motivated to stop having to repeat something not very nice he had to do in front of one of said innocents. James is at his best when he’s protecting others.

Idea semplice e geniale: Wolverine sarà in una situazione con "ostaggi", dove faremo la conoscenza di un nuovo villains e dove James ce la metterà tutta affinché la situazione venga risolta senza che nessun innocente perda la vita. Un Wolverine "eroe", quindi, perfettamente in linea con l'idea di Cornell di un James "da strada", amico di tutti e disposto a rischiare la sua vita per il bene dell'umanità. La seconda domanda, molto importante, è quella dove viene chiesto a Cornell se gli X-Men, gli Avengers o la Jean Grey School verranno coinvolti nelle storyline di Wolverine. E anche qui, la risposta dell'autore è stata più che convincente:

    Only slight plans so far. I want to make this the central title for James, the one with his name on it, and so people have to come here for the character and the story, not for the crossovers.

Nessun crossover, per il momento, e nessuna "implicazione esterna"...solo Wolverine! Ma riuscirà Cornell a lasciare da parte tutte quelle "personalità" che, ultimamente, hanno girato intorno alla "galassia" di James Logan? Le intenzioni sembrano buone e, se il simpaticissimo Paul riuscirà a mantenere le sue promesse, forse riusciremo a vedere delle vere storie di Wolverine con James come protagonista assoluto delle vicende...come è giusto che sia!

via | Marvel Comics Official Site

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.