Spoiler capitolo 689 di One Piece

One Piece Spoiler 689

Torna, dopo una settimana di pausa, il bellissimo e sempre intrigante One Piece! Eiichiro Oda ha realizzato un gran capitolo e, probabilmente, da questo 689 in poi la storia prenderà "il largo", per arrivare ai soliti picchi emozionali che solo l'autore di Kumamoto è in grado di illustrare! Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 688 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 689.

Riassunto e spoiler capitolo 688 (link)

Spoiler capitolo 689:

Barbabruna è riuscito ad arrivare al piano inferiore del blocco in cui si trova Caesar Clown e, sicuro che qualche microfono/videocamera lo sta tenendo sott'occhio, il pirata urla agli uomini che l'ascoltano di non fidarsi del loro "salvatore". Arrabbiato, C.C. osserva Barbabruna dal monitor della stanza superiore e, attorniato dai suoi uomini, lo scienziato ascolta irritato quello che il pirata sta dicendo. Ovviamente le parole di Barbabruna sembrano avere un qualche effetto sugli uomini di C.C. anche se, a dire il vero, questi credono che il pirata abbia "sbattuto la testa" dopo averle prese dai Mugiwara. E, sempre parlando dei Mugiwara, gli uomini di C.C. ricordano al loro "master" che Barbabruna si trova proprio nel punto di "raduno" che questo aveva preparato per i nemici e, nonostante quello che sta dicendo, gli uomini vorrebbero che il loro compagno possa salire insieme a loro. Preoccupato, C.C. dice che andrà personalmente a parlare con Barbabruna, e alcuni dei suoi sottoposti si offrono d'accompagnarlo...

Arrivato al piano inferiore prima dei suoi uomini, C.C. accoglie "amorevolmente" Barbabruna, chiedendogli gentilmente cosa c'è che non va. Il pirata chiede al "Master" di ridargli i suoi uomini che, da quando son stati derubati dai Mugiwara fino ad ora, saranno sicuramente riusciti a tornare dal lago al laboratorio di ricerca. Lo scienziato pare non ricordarsi di questi uomini, ma spremendo le meningi C.C. rammenta di come questi siano effettivamente riusciti ad arrivare al laboratorio di ricerca e ad essersi messi in contatto con lui, ma che non sono riusciti ad entrare per colpa dei Marines che avevano presidiato l'area. Informato dell'accaduto, C.C. non ha mosso un dito per salvarli, nonostante avesse detto a questi che si sarebbe prodigato per aiutarli! C.C., allora, dice a Barbabruna che iniziava a preoccuparsi per "quegli uomini" che non si erano ancora messi in contatto con lui, mentendo spudoratamente al pirata e facendo intendere che ormai, per questi, non c'è più niente da fare. Scendono gli altri uomini di C.C. e, una volta intravisti, Barbabruna prova a spiegare loro che lo scienziato li tiene qui perché vuole usarli come cavie da laboratorio, ma qualcosa va storto...

Proprio mentre sta per pronunciare le parole "cavie da laboratorio", Barbabruna sembra avere delle difficoltà a parlare dovute, ovviamente, a un miorilassante che Caesar Clown gli ha iniettato di nascosto e che, tra un po', impedirà all'enorme pirata ogni movimento. Il resto degli uomini ridono per il modo in cui Barbabruna sta parlando e, man mano che il miorilassante entra in circolo, il pirata accusa i sintomi che Caesar Clown gli ha appena descritto. Quasi in collegamento "telepatico" con Barbabruna, C.C. spiega all'enorme centauro che è stato lui a lasciar morire i suoi uomini, ma non solo: rammentando l'episodio che ha visto la maggior parte di quegli uomini feriti o orribilmente mutilati dall'esplosione di quattro anni prima, Caesar Clown rivela a Barbabruna che fu lui a causarla, e non Vegapunk! Raccogliendo le ultime forze, Barbabruna prova ad attaccare C.C. con un fendente anche se, ovviamente, il colpo non va a buon segno. Fingendosi amareggiato per quello che sta facendo Barbabruna, C.C. fa capire ai suoi uomini che Barbabruna è "impazzito" e questi, che non possono ascoltare ciò che l'enorme centauro ha da dirgli, finiscono per scaricare il loro arsenale addosso al pirata! Ferito ed immobilizzato dal calmante, Barbabruna diventa facile preda di C.C., che chiede per se il colpo di grazia...

Ma accade qualcosa di inaspettato: un pugno, enorme, arriva rapido in direzione di C.C., che riesce a scansarlo per un pelo! C.C. riporta comunque qualche danno e, voltatosi per vedere chi è stato a sferrare quell'attacco, lo scienziato trova davanti a se un determinatissimo Rufy! Il ragazzo quasi "accarezza" la faccia di Barbabruna (che sta piangendo) con la mano mentre Momonosuke, nascosto in un angolo, dice a Rufy che quello è "il tizio" che abusato della gentilezza e del buon cuore dei bambini. E così, mentre C.C. urla ai suoi uomini di tornare al piano superiore e aspettare fino all'arrivo dei restanti Mugiwara per attivare il famoso "esperimento", Rufy si rivolge allo scienziato chiedendogli perché ha ingannato tutte le persone che sono sull'isola e a quale scopo. Ma la cosa più importante, per Rufy, è questa: cos'è Punk Hazard?

C.C. risponde a Rufy dicendo che Punk Hazard è quasi come se non esistesse...un'isola che assomiglia molto ad un "gas". Ed è solo qui che, grazie all'aiuto dei suoi "protettori", C.C. può compiere esperimenti di scienza clandestina con cavie sempre nuove, che vengono condotte sull'isola senza che ne lui e ne i suoi collaboratori vengano "toccati" da qualsivoglia sospetto. E quando qualcuno si trova su Punk Hazard, può anche provare a scappare, a urlare, a piangere o a scalciare...nessuno verrà mai a salvarli! In vena di confessioni anche con il giovane pirata, Caesar Clown rivela che sull'isola si trova il S.A.D., una particolare sostanza che viene fabbricata grazie agli sforzi di Dominique Doflamingo, il più pericoloso tra gli Shichibukai! E, notando che Rufy ha un atteggiamento molto "fiacco" e che l'alleanza con Law si è rivelata "inutile", C.C. informa il pirata del fatto che solo lui è in grado di produrre questa sostanza particolare detta S.A.D. che, come funzione principale, ha quella di servire come ingrediente "base" per produrre dei frutti chiamati SMILE. E gli SMILE altro non sono che Frutti del Diavolo artificiali di tipo Zoan che Doflamingo vende ai Brokers più importanti del mondo e che, a quanto pare, sono stati già utilizzati da uno dei Quattro Imperatori Pirata (probabilmente Big Mama). Ridendo di quanto siano "patetiche" le intenzioni di Law e di cosa potrebbe succedere se la fabbrica dei Frutti del Diavolo artificiali andasse in frantumi, C.C. cerca di far capire a Rufy che lui è veramente "molto protetto" e che, se dovesse accadere qualcosa a lui o all'isola, si scatenerebbero una catena di eventi da cui lo stesso giovane pirata verrebbe "risucchiato"...

Ma le minacce di C.C. non intimoriscono Rufy che, con un pugno "potenziato" dall'Haki, dice al nemico che lui di avversari del genere ne ha avuti sin dall'inizio della sua carriera da pirata...quindi il problema non si pone!

Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece
Immagini e spoiler sul capitolo 689 di One Piece

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.