Stefano Piccoli, c'è del nuovo lavoro per il suo Massacratore

massacratore

Sapete per caso se Il Massacratore è ancora in attività?

Non credo sia in pensione, visto che l'Inps non ha avuto attacchi di nessun tipo nell'ultimo periodo e questo implica che non è ancora stata presa di mira dallo spietato personaggio creato da Stefano Piccoli (S3keno è il nome d'arte). Qualcuno non solo non vuole che Il Massacratore finisca su una panchina a raccontare storielle ai nipoti e gettare briciole ai piccioni, ma vuole rivederlo in piena attività. Altrimenti non si spiega quel che è accaduto ieri e che ha investito direttamente il nostro blog, attraverso la rapidità di esecuzione del sottoscritto che si è lasciato prendere da una notizia del tutto pazza ed irresponsabile. E' arrivata in redazione un falso comunicato stampa ed io sono cascato: S3keno non sta male, sta alla grande, ma posso dire di aver contribuito ad allungargli la vita!

Era il pomeriggio del 22 novembre 2012. Una giornata piovosa per noi del sud abituati al sole, al mare e ai gelati super zuccherati. Ieri non c'era niente di tutto questo, solo un computer acceso a riscaldare il volto di questo ricercatore di notizie, divoratore di fumetti. Ad un certo punto è accaduto l'impensabile: un comunicato stampa ha attraversato lo schermo del mio portatile e quello di tanti miei colleghi, quasi invocando un gesto di solidarietà verso Stefano Piccoli. Siamo stati messi al corrente di grave problema di salute dell'artista - falsissimo!!! - spronati quasi a mostrare la nostra sensibilità verso un evento del genere. Da lettore de Il Massacratore, intenerito dalla vicenda, freneticamente ho fatto il gioco dell'anonimo giocherellone di turno, convinto anche da messaggi sinceri di "amici Facebook" di S3keno caduti nella medesima trappola. Per fortuna si è venuto subito a sapere che quel macabro messaggio era privo di fondamento e si è scomodato Piccoli stesso per rasserenare fans e amici. Una cosa ha dimenticato di fare: scatenare il suo Massacratore ancora una volta! C'è del nuovo lavoro in giro per "il personaggio surreale e provocatorio che nell'arco di tutti gli anni '90 è diventato la più rappresentativa icona del fumetto indipendente" nazionale". Il "comunicatore fake mascherato" sarà mai massacrato dal nostro eroe? Chissà se un giorno ci verrà raccontata in un fumetto questa "battaglia del secolo"!

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.