Chikyuu Misaki - E' uscito il manga per Flashbook

Uscito il 15 novembre il primo di tre volumetti del manga Chikyuu Misaki, opera di Iwahara Yuji, uscito in patria nipponica dal 2001 sul magazine Ace Next. In Italia pubblicato dalla Flashbook con queste caratteristiche: formato 12x18 cm al costo di 5,90 euro.

La protagonista è la vivace Makishima Misaki: una fanciulla come tante. All'improvviso viene costretta a tornare nel paese natio di sua madre: eredita infatti una grande casa piuttosto antica che fu del nonno materno. La magione è di per sè molto accogliente e piacevole, seppur con arredi fuori moda: peccato però sia sperduta tra i boschi in un piccolo villaggio.

Il trasferimento dalla capitale al paesello ovviamente non va molto giù alla giovane Misaki, che tuttavia piano piano si adegua. Fortunatamente per lei, è semplice fare amicizia: incontra a scuola subito la simpatica Sanae, sua coetanea, con cui va immediatamente d'accordo.

Un pomeriggio, mentre Misaki passeggia nei pressi del lago vicino a casa con la sua inseparabile amica Sanae, le due incontrano uno strano essere marino. Questi ha la incredibile capacità di trasformarsi in un bimbo: il fanciullino si affeziona immediatamente a Misaki, che decide di portarselo a casa ribattezzandolo Neo. Naturalmente il piccino è un animale selvatico, quindi fa pipì nel letto e i suoi bisognini in giro: disciplinarlo non sarà tra le cose più semplici.

Passano i giorni, sereni, tranquilli, immutabili, fino a che nei pressi della casa di Misaki non precipita un piccolo aereo privato. Il pilota muore, un altro passeggero viene trasportato all'ospedale e rischia la vita, mentre una ragazza viene salvata proprio dal piccolo Neo. In realtà questo gruppetto di persone stava viaggiando alla volta del villaggio con un proposito ben chiaro in testa: rimuovere dal lago tutto l'oro in esso contenuto. Nessuno sa di questo tesoro sommerso e del pericolo che ora gli abitanti del villaggio si troveranno a fronteggiare: quando persone senza scrupoli infatti si presentano alla porta, ahimè i pericolo è sempre grande!

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.