Speechless n.2, svelata la cover di Simone Bianchi

marvel covers 2014

Il magazine culturale Speechless non può far a meno della Nona Arte!

Tra le caratteristiche del secondo numero è impossibile non accorgersi dell'impronta di un autore italiano, amato in tutto il mondo: Simone Bianchi. Il disegnatore (punta di diamante della Marvel Comics) ha firmato la copertina della nuova uscita del magazine. Prima di tutto scoprite Speechless n.2 cliccando qui e tenendo presente che il primo numero ha ottenuto oltre 2 milioni di visite.

Oltre alla presenza di Bianchi, nel sommario non passa inosservato il servizio "Fumo e specchi", dove Giulia Marengo ha analizzato l'immaginario di Neil Gaiman, lo sceneggiatore di Sandman. Inoltre, Federica Urso nel suo "Battle Royale: tra sadismo e spirito di sopravvivenza" ha rispolverato quel titolo che tanto è piaciuto ai lettori di manga e che ha ispirato la serie di romanzi The Hunger Games di Suzanne Collins.

Battle Royal (tratto dal romanzo di Koushun Takami) ha raggiunto il successo globale proprio grazie al fumetto scritto dallo stesso Takami e disegnato da Masayuki Taguchi. In Italia abbiamo potuto leggere questa storia di azione e terrore grazie a Play Press che ha creduto prima di tutti in un prodotto così estremo ed avvincente. La presenza della Nona Arte nel magazine è rafforzata da "È un film? È un fumetto? No, è un Cinecomic!" di Roberto Gerilli, il quale offre un'analisi puntale su quelle opere che hanno invaso pacificamente i cinema per la gioia di tutti noi. Non vi basta? Allora gettatevi sull'articolo "Miyazaki: cantastorie per i piccoli, sensei per i grandi" di Valentina Coluccelli!

Il secondo numero della rivista, ideata e diretta da Alessandra Zengo e curata nella veste grafica da Petra Zari, in collaborazione con il blog collettivo Diario di Pensieri Persi, sarà scaricabile in free download sul profilo issuu.com di Speechless Magazine.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.