L'attacco dei giganti (Shingeki no kyojin), il live-action perde il suo regista

Shingeki no kyojin (Attack on Titan)

Nei giorni scorsi siamo stati sorpresi dal primo trailer della serie animata de L’attacco dei giganti (Shingeki no kyojin) in produzione per la primavera 2013, un promo che ha lasciato intendere una realizzazione tecnica più da animazione per il cinema che da titolo seriale – ma dopotutto Production I.G, famosa per Ghost in the Shell, è una garanzia in questo campo, così come Madhouse.

Altrettanto sorprendente, in senso negativo però, è l'annuncio di ieri di Tetsuya Nakashima, che abbandona la direzione dell'adattamento live-action dello shonen horror di Hajime Isayama per considerevoli divergenze creative con la produzione, con particolare riferimento alla sceneggiatura. In seguito all'uscita dallo staff del pluripremiato regista di Confessions, Memories of Matsuko e Kamikaze Girls, il progetto, confermato dalla newsletter di Comics Plus di Kodansha a metà ottobre dopo i primi rumor partiti dalla città di Itako, a nord di Tokyo, conseguentemente a un casting call di ottanta comparse per una scena con dei giganti che seminavano il terrore in un tranquillo distretto cittadino, subisce un duro arresto.

Il distributore della pellicola, Toho, aggiunge che Kodansha, editore del manga rivelazione di Isayama dal 2009, è già alla ricerca di un nuovo regista, ma il debutto cinematografico previsto inizialmente per il prossimo autunno non è più possibile. Alle attuali condizioni è invece più realistico il rilascio del film nel 2014 inoltrato o ancora più tardi. Ambientato in un imprecisato passato (?) in cui la razza umana è stata quasi annientata dai colossi umanoidi, L’attacco dei giganti conta attualmente 9 volumi, l’ultimo dei quali pubblicato in Giappone la scorsa settimana. Proprio con quest’ultima uscita, il manga, vincitore lo scorso anno del 35° Kodansha Manga Award come Miglior shonen del 2010, raggiunge i dieci milioni di copie in circolazione. In Italia Planet Manga porterà in fumetteria il sesto numero a fine gennaio.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.