Secondo Voi - Umbrella Academy

Il fumetto dell'estate è decisamente questo: Umbrella Academy!

Lo prendi in mano con diffidenza, ti lasci un po' convincere dalle belle parole spese da Gran Morrison nell'introduzione, ti senti rassicurato dopo aver scoperto che l'opera ha stravinto l'Eisner Award per la miglior serie limitata. L'impatto con il lavoro di Gerard Way (in realtà un musicista più che uno sceneggiatore) e di Gabriel Bà (creatore della serie sci-fi Casanova insieme a Matt Fraction) non è spedito, perché dopo tanti prodotti lanciati così per caso non ci si può aspettare un prodotto finale dall'andamento sicuro e disinvolto, ricco di umorismo ed inventiva (come sottolinea Morrison stesso).

Gabriel Bà contribuisce tantissimo nella riuscita di questo fumetto, con il suo tratto molto essenziale che ricorda molto la perfezione stilistica di Mike Mignola (Hellboy) e l'innovazione caotica di Riccardo Burchielli (Dmz). Immediatamente si percepisce che è una storia di supereroi, eroi veri, umani, peccaminosi, misteriosi e corruttibili. L'antefatto è stranissimo: quarantatré bambini straordinari nascono contemporaneamente da varie donne single in tutto il mondo e il ricco imprenditore, scienziato di fama mondiale conosciuto come il Monocolo (Sir Reginald Hargreeves) decide di riunire queste creature.

Dopo una breve ricerca adotta ben sette bambini dotati di poteri vari e pericolosi e crea un team improbabile destinato a salvare il mondo. Tra questi super-baby solo una sembra non avere poteri: la numero sette, in realtà colei che anni dopo si dimostrerà la più forte ed il vero nemico del team. Umbrella Academy vi conquisterà grazie ai viaggi nel tempo, a combattimenti originali, a concerti musicali inediti, ma soprattutto per la presenza della famiglia più strana del mondo. Peccato per la velocità con cui viene raccontata la storia, un'accellerazione che si nota soprattutto nel finale, quando il divertimento ha appena raggiunto il proprio apice.

L'edizione proposta da Magic Press (brossurato, 180 pagine a colori, € 18,00) presenta una cover un po' pallida ma significativa... forse addirittura spoilerosa. Contiene la postfazione di Scott Ellie (oltre all'introduzione di Morrison) e un capitoletto speciale dedicato ai disegni ed agli schizzi degli autori risalenti al 2003, dove possiamo ammirare le prime versione dei protagonisti. Inoltre chiudono gli albi alcune storie brevi legate alla miniserie, veri e propri esperimenti non definitivi, ma simpatiche da leggere prima di lasciare negli scaffali il volume.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: