Diabolik: l'esordio del disegnatore Matteo Buffagni

diabolik

Il numero di Diabolik attualmente in edicola è l'occasione giusta per conoscere un artista italiano dal grande talento.

Nel numero di gennaio 2013 di Diabolik, intitolato “Tu ucciderai Eva”, sono presenti le tavole di Matteo Buffagni, il quale si ritrova per la prima volta alle prese col Re del Terrore. L'albo è impreziosito non solo dall'esordio del disegnatore, ma anche dalla presenza di una serie di professionisti di assoluto prestigio: il soggetto è di Mario Gomboli e Tito Farci, mentre la sceneggiatura è di Diego Cajelli. Inoltre ad aiutare Buffagni alla realizzazione delle tavole sono stati ingaggiati i due inchiostratori Giorgio Montorio e Luigi Merati che si sono messi a disposizione con tutta la loro esperienza e la loro passione per il personaggio della Astorina.

Matteo Buffagni, classe 1984, è un giovane che sta riscuotendo notevole successo nel mondo, apprezzato da tutte le grandi case editrici.

In Francia sono stati pubblicati i suoi due volumi della serie Vesiges per l’editore Clair De Lune, mentre negli Usa la Marvel lo ha voluto per interventi su Daken: Dark Wolverine, X-23 vs. Daken, Captain America & Hawkeye e The Punisher. Negli ultimi anni ha fatto grandi passi avanti ed anche nel 2013 si farà notare su grandi palcoscenici. Infatti, in questi giorni sta già disegnando una nuova storia di Diabolik e lo vedremo anche sulle pagine di Ultimate Iron Man (Marvel Comics). Nel frattempo godiamocelo su “Tu ucciderai Eva”, Diabolik n. 1/2013.

Sulla pagina Facebook ufficiale di Diabolik viene fatto presente che il miglior modo per iniziare l'anno è procurarsi il Kalendario 2013, già distribuito nelle edicole ed ora disponibile come arretrato. Lo avete perso? Niente paura, poiché la casa editrice è ben disposta ad inviarvelo direttamente a casa vostra, a soli € 5,50 (incluse le spese di spedizione). Cliccate qui per altre informazioni e per accedere al servizio arretrati!

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.