Wow Spazio Fumetto, dall'8 febbraio La fabbrica di Carosello

WOW Spazio Fumetto, Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano (Viale Campania, 12) sta preparando un grande evento!

Il museo dall’8 febbraio al 14 aprile 2013 invita turisti, appassionati e curiosi a visitare la mostra-evento dedicata alla storia di Carosello. Difficile non conoscere lo storico programma televisivo che è stato un appuntamento fisso per svariate generazioni di italiani dal 3 febbraio 1957 al 1° gennaio 1977. Wow Spazio Fumetto promette di stupirvi con l'esposizione al pubblico di svariati ricordi e testimonianze in omaggio a tutto quel gruppo di pionieri della comunicazione che possiamo definire come la “Fabbrica di Carosello”: i fratelli Pagot (creatori di Calimero), Osvaldo Cavandoli, lo studio De Mas, Bruno Bozzetto, Paul Campani e Armando Testa.

Per raccontare la loro storia sono stati recuperati pupazzi, modellini, sagome, giochi, dischi, bozzetti, disegni originali, cimeli, giornali dell’epoca, documenti d’archivio, lettere private. Inoltre verranno "mandati in onda" i celebri caroselli che hanno caratterizzato il Carosello. I più grandi tra di voi non dimenticheranno mai quell'appuntamento fisso serale (tutte le sere dieci minuti prima delle 20), composto da ben quattro spettacolini pubblicitari da 1 minuto e 45 secondi, con aggiunta il cosiddetto “codino” pubblicitario” di circa 30 secondi.

All'epoca tutti i bambini attendevano lo show che determinava il momento conclusivo della giornata: “dopo Carosello tutti a nanna” era diventata la parola d’ordine di ogni genitore italiano. All'interno del Carosello si sono visti grandissimi artisti come Tognazzi, Vianello, Alberto Sordi, Peppino De Filippo, Tino Scotti, Carlo Dapporto, Virna Lisi, Nilla Pizzi ecc... Dal punto di vista dell'animazione è importante ricordare il lancio del personaggio Calimero il dolcissimo pulcino di Nino e Toni Pagot, ideato nel 1963 e che quest'anno compierà 50 anni! Tra gli altri "cortometraggi" celebri ricordiamo: la Linea di Osvaldo Cavandoli, Caballero e Carmencita di Armando Testa, Unca Dunca di Bruno Bozzetto, l’Omino coi baffi di Paul Campani e Max Massimino-Garnier, Gregorio er
guardiano del pretorio di Gino e Roberto Gavioli.

Wow Spazio Fumetto ha preso in considerazione questo evento poiché ha fatto la storia dell'immagine animata. Tra i maestri dell'animazione verranno ricordati Pierluigi De Mas, Guido De Maria, Secondo Bignardi, tutti nomi che dopo la fine di Carosello nel 1977 affrontarono una profonda crisi di mercato. Solo alcuni sono riusciti a tenere duro, finendo per lavorare con continuità per la pubblicità, nel mondo del fumetto o dell’illustrazione.

L'organizzazione promette di far partecipare il pubblico ad un percorso in grado di illustrare alla perfezione la creazione del mondo di Carosello, gli Studi, gli autori, i registi e gli interpreti. Il tutto verrà condito dalla presenza di fotografie, rodovetri, schizzi e disegni originali, storyboard, dischi, albi, libri e giornali a fumetti, giochi, video.

8 FEBBRAIO – 14 APRILE 2013
WOW SPAZIO FUMETTO
Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano
Viale Campania 12 – Milano
Info: 02 49524744/45 – www.museowow.it – Ingresso 5 euro (ridotto 3 euro)
Orario mostra: da martedì a venerdì, ore 15.00-19.00; sabato e domenica, ore 15.00-20.00.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.