Sogno d'amore - Esce in Italia per GP Publishing

Uscirà in Italia il manga Sogno d'amore grazie alla GP Publishing. Previsto in uscita per il mese di gennaio, subisce dunque un piccolo ritardo. Opera di Momoko Koda, titolo originale Heroine Shikkaku, pubblicato sul magazine Betsuma della Shueisha dal 2008, in 8 volumi e in corso. In Italia il fumetto avrà queste caratteristiche: formato 12X18, pagine 192, colore B/n, brossurato.

L'opera inizia con una dichiarazione bella e buona: se il bellissimo Rita è l'eroe di uno Shoujo, l'eroina deve essere per forza Hatori, sua amica d'infanzia!

Tutto sembra procedere per il meglio: Hatori pare destinata a diventare la grande protagonista di una delle più classiche storie d'amore. Rita, meraviglioso giovane, infatti ha molte relazioni, ma tutte brevissime ed insignificanti: quando lascia una ragazza ciò accade di comune accordo. Non c'è mai litigio o disputa: pare che la coppia sia stata insieme per svago e, quando i due si stancano l'uno dell'altra, non sia mai un problema dirsi addio.

Pare dunque sia giunto il momento della grande relazione: Hatori è decisa a confessare i suoi sentimenti, ma si mette in mezzo Adachi. Questa è una fanciulla occhialuta molto tranquilla: conosce per caso Rita e, dopo brevissimo tempo, si confessa. Rita accetta di uscire con lei mettendo da parte l'amica d'infanzia. Hatori non perde occasione di parlar male di Adachi che, sciaguratamente, sente tutto quanto. Adachi è proprio una santa: accetta ogni critica e tace. A questo punto sarà molto complesso conquistare il cuore di Rita dato che, finalmente, sembra essersi messo con una brava persona e non con una ragazzetta superficiale.

Non c'è che dire: un primo volumetto appassionante. Mi piacciono molto i protagonisti e, una volta tanto, le eroine non sono sciocchine senza cervello e senza personalità. Sperando non si perda di mordente con l'andare del tempo: manga consigliato.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.