Mondadori Comics presenta Memorie della Grande Armata – l’esercito di Napolone

mondadori

Sta per arrivare il terzo volume della collana Historica.

Mondadori ha scelto le Memorie della Grande Armata – l’esercito di Napolone per farci rispolverare un altro capitolo della grande storia dell'uomo. Il fumetto, opera di Michel Dufranne e Alexis Alexander, verrà distribuito nelle edicole, fumetterie e librerie a partire dal 17 gennaio 2013. All'interno troverete i 4 volumi della serie “Souvenirs de la Grande Armée” rilasciati da Delcourt tra il 2007 e il 2012.

Memorie della Grande Armata – l’esercito di Napolone è ambientato nel 1807. Gli autori ci mostrano l'esercito attraversare la Polonia per giungere in terra russa, dopo le vittorie di Austerlitz, di Jena e di Auerstädt.

Poi viene descritta la battaglia di Friedland, il cui esito costringe lo Zar a siglare l’armistizio. Inoltre le attenzioni si spostano ben presto 1812 dove vediamo la Grande Armata procedere fino al cuore della Santa Russia. Un'impresa non facile, ostacolata dalle azioni dei formidabili cosacchi, dagli attacchi di lupi, da diserzioni e dalla guerriglia dei briganti russi. La lotta per la sopravvivenza è appena iniziata! Il tutto è descritto attraverso i diari del tenente Godart, letti dal figlio che scopre gli eventi leggendo le memorie di un veterano che ha preferito i campi di battaglia alla famiglia. Grazie a questi ricordi il lettore viene invitato a scoprire la forza di un esercito che per anni non ha mai subito sconfitte e che seguito Napoleone attraverso innumerevoli paesi, da Parigi a Mosca a Vienna, diffondendo le conquiste dell’Illuminismo francese e gettando i semi di un’Europa unita.

La casa editrice, nel presentare l'opera ha sottolineato che lo sceneggiatore belga Michel Dufranne voleva raccontare queste vicende ponendo al centro della narrazione la violenza. Infatti, ha sfruttato questo elemento sia per descrivere i momenti feroci delle battaglie, ma anche le relazioni tra i personaggi. Solo in questo modo era possibile offrire al lettore uno specchio fedele della realtà atroce della guerra:

“ È un’umanità, quella descritta da Dufranne e Alexander, di indigenti e di derelitti, composta in massima parte da povera gente analfabeta, la quale non ha davanti a sé alcuna concreta possibilità di riscatto. Un’umanità schiacciata e sopraffatta da avvenimenti enormi e tragici che sono stati decisi da altri, da quei pochi che muovono le leve della Storia”.

Michel Dufranne è stato vice direttore della rivista di fumetti Pavillon Rouge. Ha lavorato per Casterman (La guilde e Helldorado) e per Delcourt (Les trois mousquetaires e Memorie della Grande Armata).

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.