DC Comics, la casa editrice cancella quattro testate!

Saucer Country, DC Universe Presents, Superman Family Adventures e l'acclamata serie I,Vampire: sono queste le quattro testate che la DC Comics ha deciso di cancellare dall'elenco delle pubblicazioni! La notizia viene dalla solicitations di aprile dove, inconfutabilmente, la DC Comics mette la parola fine a due testate dei New 52, una testata della Vertigo e un albo pensato ed ideato esclusivamente per un pubblico molto giovane.

Ma la vera notizia la fa sicuramente I, Vampire che, dopo aver lottato strenuamente per conservarsi un posto tra le testate dei New 52 (le vendite erano e sono molto altalenanti), non è riuscita a guadagnarsi quel lasciapassare psicologico che la DC Comics ha riservato per ognuno degli albi del suo nuovo universo. Ma già al New York Comic-Con qualcuno vociferava che la DC Comics avrebbe chiuso la testata che, pur con queste vendite così altalenanti, aveva ed ha un buon seguito di pubblico. Un duro colpo per l'autore Joshua Hale Fialkov che, bisogna riconoscerglielo, è riuscito a tirare avanti la testata fino al numero #18 senza grossi intoppi.

E ieri, con un tweet, Fialkov ha ringraziato i fan dicendogli che darà una degna conclusione alla testata e che non c'è soddisfazione più grande per un autore che scoprire quanto i lettori hanno apprezzato il suo lavoro. Ancora assenti da dichiarazioni i disegnatori Andrea Sorrentino e Fernando Blanco, con il primo che s'era già tirato indietro quando le notizie sulla possibile cancellazione di I, Vampire si erano fatte più pressanti.

Molto più fisiologica sarà la cancellazione di DC Comics Presents che, come da titolo, è una semplice testata che si prefigge il compito di dare ai supereroi meno trattati la possibilità di esprimersi nell'universo dei New 52. Una perdita calcolata che la DC Comics ha usato per un po' e che ora, vista l'impellenza di rilanciare nuove testate, si appresta a cancellare senza troppi patemi d'animo.

Dispiace un po' per Saucer Country, testata della Vertigo che non è riuscita a vendere quel numero di copie necessarie per guadagnarsi la famosa soglia psicologica di cui sopra. Dispiaciuto per quanto accaduto, Paul Cornell ha ringraziato i lettori e promesso loro che, finito quest'ultimo story arc (che lui ha inteso come la parte prima del suo lavoro), farà in modo che i fan riescano ad avere una degna conclusione dell'opera, anche se non sa quando riuscirà a pubblicarla.

Infine, non riesco proprio ad immaginare le facce dei bambini che non potranno più leggere delle avventure di Superman in Superman Family Adventures, anche se sono sicuro che la DC Comics avrà già delle testate sostitutive da proporre ai giovani lettori!

via | The Beat

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.