Secondo Voi - Greystorm #1

Greystorm

Il mondo del fumetto si nutre prevalentemente di storie fantastiche, dove la realtà quotidiana è un lontano paragrafo da cui il lettore medio vuol tenersi alla larga.

Sergio Bonelli Editore offre l'ennesima via di fuga ai suoi fedelissimi, lanciando Greystorm la nuova miniserie ideata da Antonio Serra (colui che con Michele Medda e Bepi Vigna diede vita a Nathan Never, il primo eroe fantascientifico di casa Bonelli). Quindi si ritorna a parlare di fantascienza italiana, ma senza mettere piede in alcun futuro. Infatti questo nuovo affascinante prodotto è ambientato tra l'Ottocento e il Novecento... una location ideale per arricchire la storia con atmosfere gotico-avventurose del tutto irreali e visionarie.

Così ci troviamo tra le mani un romanzo illustrato a puntate, che vi ricorderà in alcuni passaggi le narrazioni immortali di Jules Vernes. I disegni del primo albo sono stati affidati ad un team tutto rosa: le matite sono di Simona Denna, mentre le chine di Francesca Palomba. Dopotutto l'ideatore grafico è Gianmauro Cozzi, che si sta impegnando a realizzare le copertine. Il titole del primo albo è molto ambizioso (Grandi Progetti) e suggerisce che il protagonista non è uno sprovveduto qualsiasi, ma un piccolo genio, dalla mente brillante ed originale.

L'intro è terrificante e spiazzante: la storia si apre in Antartide, in un'epoca imprecisata. Ci viene fatto presentare da una voce misteriosa un uomo dall'aspetto di un barbaro primitivo e ci viene fatto intuire che è un essere alquanto speciale, superiore ed odiato dai suoi simili. La voce misteriosa vive dentro di lui, lo sfida e lo condanna ad una strana e terribile fine che in realtà è solo l'inizio di una grande avventura. Poi la narrazione si sposta nel 1894, in Inghilterra, dove finalmente fa il suo esordio il giovane Robert Greystorm che si presenta con una frase ad effetto:"Io non ho mai paura". Il ragazzo è spavaldo e arrogante e questo suo modo di approcciarsi alla vita si conferma in ogni piccolo dettaglio, in ogni sua scelta, in tutti i suoi sogni.

Con Robert assistiamo alla morte definitiva, in casa Bonelli, della figura dell'eroe ingenuo, puro, dal grande cuore. Greystorm è il candidato perfetto per sposare il diavolo e non per niente la vocina cattiva e misteriosa, che abbiam ascoltato in apertura, sembra averlo già fiutato. Con il primo numero ecco illustrato un passo fondamentale della sua giovinezza, un evento che segnerà in toto il suo futuro. Antonio Serra ci tiene a mettere in evidenza la pazzia, la genialità e il fascino del suo personaggio (il nuovo Leonardo Da Vinci?) oscurando il più possibile i suoi aspetti positivi. La mini serie si apre così, con due tuffi nel passato, ma soprattutto con un tuffo deciso in una mente unica e speciale, concentrata su una imminente rivoluzione che non lascia spazio ad amore, pietà e sentimenti vari.

Chi salverà l'anima di Robert? Riuscirà il suo miglior amico a salvarlo dal mostro della scienza? Una sceneggiatura ben impostata e curata permette una lettura priva di sbadigli e coinvolgente. I disegni piacciono proprio per la loro freschezza e dinamicità. L'ultima sensazione percepita è che di Greystorm non sappiamo ancora niente, nulla di fondamentale per il proseguo della storia ci è stato messo sul piatto e tutto sarà una grossa sorpresa.

Greystorm n. 1, mensile

Grandi progetti
Soggetto e sceneggiatura: Antonio Serra
Disegni: Simona Denna e Francesca Palomba
Copertina: Gianmauro Cozzi
Siamo alla fine del Diciannovesimo secolo. Jason Howard e Robert Greystorm sono due giovani studenti in un college dell’Inghilterra vittoriana. Jason è diligente, colto e appassionato della Natura. Robert, invece, è indisciplinato, ma geniale e progetta di costruire una macchina che permetterà all’Uomo di volare. La sua ossessione per la tecnologia lo porterà a compiere delle scelte drastiche che lo condurranno verso un fatidico incontro tra gli eterni ghiacci del Polo Sud… un appuntamento con il destino che cambierà per sempre il corso della sua vita futura!

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

10 commenti Aggiorna
Ordina: