Secondo Voi - Sub Mariner, Abissi

namor

Avete voglia di leggervi una bella storia con Namor, il sovrano di Atlantide?

L'inglese Peter Milligan (scrittore di X-Statix) vi fa i dispetti e vi propone una graphic novel intitolata Sub-Mariner: Abissi, dove il protagonista non è assolutamente Namor. A dire il vero tutto gira intorno a lui, ma lo vedrete pochissimo, quasi mai. Chiariamo un po' la faccenda: Milligan (aiutato dalle curatissime tavole del croato Esad Ribic) ambienta la sua storia nel 1950, un'epoca dove nell'Universo Marvel raramente si vedevano passeggiare per le strade mostri, mutanti ecc... Il vero protagonista della vicenda è infatti un certo Randolph Stein, uno scienziato innamorato del suo lavoro e con un solo scopo nella vita: distruggere tutte le leggende e dimostrare l'inesistenza assoluta di miti come Atlantide o il mostro dello Yeti.

Nelle prime pagine, lo scienziato distrugge il mito dell'abominevole uomo delle nevi, dimostrando, durante una conferenza, che tutti i suoi test e campioni raccolti provano senza alcun dubbio che l'orso bruno Himalayano ha confuso da sempre le idee a tutti. Alla stessa maniera si intestardisce per cancellare dalla mente della gente la figura di un uomo chiamato Namor, dalla capacità sovrannaturale di respirare sotto l'acqua. Così, con il sottomarino Plutone, si immerge nelle profondità degli abissi, trascinandosi dietro un equipaggio non del tutto tranquillo. La scomparsa nel nulla di un'altra spedizione nei pressi della Fossa delle Marianne è un elemento che carica di terrore questo racconto. Il terrore non si lascia aspettare a lungo...

Tutti cercano Namor, tutti ne parlano, molti finiscono a litigare nell'Oceano, con le menti stressate da una vicenda da incubo. Il mutante è silenzioso, muto direi. Sentiamo la sua presenza sempre e lo percepiamo in ogni angolo. Milligan lo trasforma in un fantasma giapponese che perseguita le sue vittime e le fa diventare pazze. Per questo la lettura non si esaurisce in una mera ricerca, ma diventa una soffocante esperienza per il lettore che ben può intuire il finale già dalla prima pagina e che dunque è costretto ad immedesimarsi nei personaggi confinati in fondo al mare. La scienza contro la mitologia. La risposta è tutta nell'evoluzione dell'uomo e quindi nei mutanti?

Panini Comics ha proposto questa storia sulla collana MARVEL GRAPHIC NOVEL. Il volume è un cartonato (disponibile nelle migliori fumetterie dal 05/11/2009) dalle seguenti caratteristiche: prezzo € 15.00; 18x27, C., 120 pp., col. Il formato è perfetto, poiché Esad Ribic non si limita ad illustrare; si impegna a dipingere tavola dopo tavola, cercando di essere più realista possibile. Il suo stile non è spudoratamente fotografico, come quello di Alex Ross per intenderci, ma è pittorico e retrò. La Marvel infatti lo aveva contattato per disegnare in stile anni Sessanta alcuni episodi della serie X-Men: Children of the Atom. I più attenti di voi ricorderanno le sue mani sulla graphic novel Loki, dove il divino Thor prendeva la tragica decisione di liberarsi per sempre della sua nemesi. Tornando a parlare del volume Abissi, Ribic ci regala una tavola dove vediamo Namor nella sua interezza. Vi assicuro che è da brividi incrociare lo sguardo del mutante nudo e dalla pelle bluastra (per via della luce?).

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: