Spoiler capitolo 572 di One Piece

Spoiler capitolo 572 di One Piece

Eccoci qui con il nuovo capitolo di One Piece, shonen/action del grandissimo Eiichiro Oda! Le avventure di Rufy e della sua improbabile ciurma di pirati non conoscono fine e, tra un colpo di scena e l'altro, la storia diventa sempre più entusiasmante. Ricordiamo a tutti i lettori dell'edizione italiana di One Piece di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire dei nostri spoiler.

Dopo il salto troverete il riassunto del capitolo 571 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 572.

Riassunto capitolo 571:

Garp è saltato sul ponte creato da Inazuma e, grazie al suo peso, il viceammiraglio nonché nonno di Rufy ha fatto in modo che il collegamento tra il nipote e Ace si sbriciolasse davanti agli occhi di tutti. Ma Rufy non si arrende e, fintanto che le parti del ponte riescono a reggerlo, il ragazzo si lancia contro il nonno correndo a tutta forza!

Garp, urlando, dice a Rufy che per salvare Ace deve passare prima sul suo cadavere, visto e considerato che la strada che i due nipoti hanno scelto è quella della pirateria e quindi, adesso, entrambi sono suoi nemici. Ace è rattristato mentre Rufy, ricordando i periodi passati con suo nonno (un piccolo flashback dove si vede Garp che allena, a modo suo, il reticente nipotino), chiede al nonno di spostarsi perché non vuole fargli del male. Ma Garp non è dello stesso avviso: se vuole passare, Rufy dovrà scontrarsi con il nonno a tutti i costi, perché se non lo farà Ace morirà. Ma Rufy non vuole nemmeno questo e Garp, ricordando al nipotino che le cose brutte accadono sempre, dichiara davanti a tutti che da oggi in poi "Cappello di Paglia" sarà suo nemico! Ormai Rufy e Garp sono vicinissimi e, mentre quest'ultimo sta per scagliare un pugno contro il nipote, il giovane pirata si abbassa preparandosi a colpire il nonno. Garp ricorda le parole di Ace sul patibolo (che, ormai disperato, ha detto "finalmente riesco a dare un valore alla mia vita") e, chiudendo gli occhi, si prepara a ricevere il pugno di Rufy! Sengoku se ne accorge e Garp, subito il colpo di Rufy (che nel frattempo sta saltando sui resti del ponte), cade al suolo facendo un sacco di polvere...

Sengoku capisce che Garp ha fatto questa specie di messinscena per permettere al Rufy di andare da Ace mentre Kizaru, che stava iniziando a scomporsi (probabilmente per attaccare Rufy), viene fermato da Barbabianca. Viene mostrato un piccolo flashback dove vediamo Hancock che da a Rufy la chiave per le manette di Ace e, finalmente davanti al fratello, il giovane pirata estrae il dono dell'amica per liberarlo. Ace non capisce come abbia fatto Rufy ad avere la chiave ma Sengoku, che ha assistito a tutta la battaglia senza prenderne parte, decide di entrare in azione e di sfoderare tutto il suo potere! Sengoku si trasforma in un gigante mentre Kizaru, dal basso, usa un raggio di luce per spezzare in due la chiave per le manette di Ace. Anche gli altri marines stanno puntando le armi verso il patibolo e, ora che la chiave non è più utilizzabile, Rufy ed Ace si trovano in guai seri. Ma, proprio affianco ad Ace, Mr 3 si sveglia dopo esser svenuto mentre Sengoku, adirato, decide di voler essere lui a giustiziare Ace! Rufy dice a Mr 3 di proteggere Ace con uno scudo di cera e, mentre Sengoku sferra un pugno in direzione dei tre, il ragazzo usa la sua tecnica "Pallone Gigante" per respingere il colpo del nemico!

Il colpo di Sengoku è così potente da distruggere il patibolo, facendo così cadere Rufy, Ace e Mr 3. Mentre i tre precipitano al suolo, Mr 3 prepara una chiave di cera per liberare Ace, dicendo a Rufy di non ridere di lui solo perché lo sta aiutando a compiere un desiderio di un suo ex compagno (si riferisce, ovviamente, a Von Clay). Rufy ovviamente non ride di lui e, ricevuta la chiave da Mr 3, proprio sopra di loro i cannoni della marina distruggono quel che rimane del patibolo. Sengoku fa un balzo per scansarsi e l'esplosione, enorme, sembra aver investito anche Rufy, Ace e Mr 3. Ma dal fuoco dell'esplosione si erge un tunnel di fiamme e, da esso, escono fuori Rufy, Ace e Mr 3! Ace ammonisce Rufy dicendogli che vuole sempre strafare, mentre Barbabianca e gli altri sono tutti a bocca aperta!

Spoiler capitolo 572:

Ace è finalmente libero e tutti i pirati, adesso, ripetono a gran voce il nome del salvatore: Rufy "Cappello di paglia"! Anche Barbabianca è visibilmente soddisfatto mentre Ivankov, questa volta, non riesce a trattenere le lacrime per la gioia!

Ma i guai non sono finiti ed Ace, che mai avrebbe pensato di essere salvato proprio da Rufy, si assicura che suo fratello sia nelle condizioni necessarie per combattere. Rufy ovviamente risponde in maniera affermativa e, finalmente riuniti, i due fratelli danno sfoggio delle loro abilità combattendo con tutti i Marines che gli si parano davanti.

Ace riesce anche a tener testa all'ammiraglio Aokiji e, mentre tutti sono impegnati nel combattimento, l'enorme nave di Barbabianca inizia a muoversi! L'ordine è stato impartito da Squardo che, per redimersi delle sue precedenti malefatte, è intenzionato a prendere Ace a bordo e scappare con essa. Ma, poco prima che la nave inizi a fare seri danni, Barbabianca la ferma con una mano!

Barbabianca chiama i suoi uomini e declama l'ultimo ordine da capitano: ritirata! I pirati non capiscono e Barbabianca, sapendo che ormai il suo tempo è finito e che per lui non c'è più spazio nel nuovo mondo, ha deciso di sacrificarsi per permettere ai suoi "figliuoli" di scappare dal quartier generale della Marina!

Spoiler capitolo 572 di One Piece
Spoiler capitolo 572 di One Piece
Spoiler capitolo 572 di One Piece
Spoiler capitolo 572 di One Piece
Spoiler capitolo 572 di One Piece
Spoiler capitolo 572 di One Piece

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

4 commenti Aggiorna
Ordina: