Spoiler capitolo 575 di One Piece

Spoiler capitolo 575 di One Piece

Capitolo assolutamente imperdibile questo di One Piece! Dopo l'incredibile colpo di scena che Eiichiro Oda ha "lanciato in pasto" a tutti i lettori di One Piece, adesso è giunto il momento di "tirare le somme" e vedere come si evolverà la trama che, siamo sicuri, diventerà ancor più avvincente e "matura". Ricordiamo a tutti i lettori dell’edizione italiana di One Piece di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire dei nostri spoiler.

Dopo il salto troverete il riassunto del capitolo 574 e gli spoiler (con immagini) del capitolo 575.

Riassunto capitolo 574:

Ace, per proteggere Rufy, ha fatto da scudo tra l'adorato fratello e il terribile Akainu che, con un pugno "magmatico", ha aperto un buco tra il petto e gli addominali del ragazzo. Tutti sono rimasti sconvolti da quest'avvenimento e, vedendo Ace in quelle condizioni, tutti i presenti non possono far altro che rimanere a bocca aperta. Ma, dopo un attimo di esitazione, alcuni pirati decidono di attaccare Akainu "cannoneggiandolo" ma, pur prendendolo in pieno, l'ammiraglio si "ricompone" usando il potere della suo Frutto del Diavolo. L'obbiettivo di Akainu rimane sempre Ace e, ricomposto, l'ammiraglio carica il "colpo finale" da infliggere all'ormai sconfitto Ace...

Ma Jinbei interviene e, fermando il pugno di Akainu, evita così che Ace venga ulteriormente danneggiato dall'ammiraglio. E, mentre Marco chiede a Mr 3 di preparagli una chiave per le manette, Akainu dice a Jinbei di togliersi di mezzo visto che, essendo un ex componente della flotta dei sette, l'uomo pesce è al corrente dei poteri devastanti dell'ammiraglio. Ma Jinbei non ci pensa neanche e, pur conscio del rischio che sta correndo, dice ad Akainu che ha partecipato a questa battaglia con la convinzione di doversi sacrificare quindi, anche dinnanzi a tanto potere, egli non teme assolutamente la morte...

Garp invece è fuori di se e solo l'intervento di Sengoku, che lo blocca in maniera abbastanza rude, riesce a contenere la furia dell'uomo. Garp prega Sengoku di tenerlo forte perché, vedendo quello che ha fatto Akainu a suo nipote, il vice ammiraglio potrebbe ammazzare il suo superiore! Sengoku gli da dell'idiota ma la faccia di Garp, serissima, fa ben capire che l'uomo vuole davvero ammazzare Akainu...

Intanto Akainu vuole far fuori anche Jinbei quando, alle spalle dell'enorme uomo pesce, una voce gli dice di abbassarsi: è Marco! Marco si è finalmente liberato delle manette che gli impedivano di usare il suo potere e, insieme a Vista, i due attaccano Akainu! Ma l'ammiraglio non ne risente molto mentre i due, constatando d'essere intervenuti troppo tardi, si lasciano andare ad un attimo di sconforto...

Rufy è invece riuscito ad abbracciare il fratello e, mettendogli una mano sulla schiena, nota che il buco causato dall'attacco di Akainu gli ha letteralmente "bruciato" la parte colpita. Rufy dice ad Ace che lo cureranno subito e, sentite le parole del ragazzo, i pirati si adoperano per trovare un dottore. Ma Ace sa che le sue ferite sono troppo profonde e difficilmente guaribili, visto e considerato che Akainu è riuscito anche a bruciare alcuni dei suoi organi vitali. Nel frattempo il dottore è arrivato ma Ace, aggrappato al fratello, non vuole che questo si avvicini. Ace dice al fratello che per lui è giunta la sua ora e Rufy, ricordando ad Ace la sua promessa (quella di non morire mai), cerca in qualche modo di tenere vivo l'animo del fratello. Ma Ace sa che la sua ora è giunta e, ricordando i fatti di Sabo, dice a Rufy che non avrebbe avuto voglia di vivere se non ci fosse stato un "fratellino" come lui a cui badare. Nella mente di Ace si fanno vivi i ricordi di un'infanzia costellata di umiliazioni perché, come tutti ormai sapevano, Ace altri non è che il figlio del deceduto Gold D. Roger, il pirata più potente e pericoloso di tutto il mondo. Ace si è fatto carico di tutte le sofferenze che quel nome importante gli hanno provocato e, in punto di morte, il ragazzo riesce persino a perdonare tutti quelli che lo hanno disprezzato...

Ace continua dicendo a Rufy che ha solo un rimpianto: quello di non poter vedere il suo adorato fratellino diventare il Re dei Pirati ma, conoscendolo, Ace sa che il ragazzo che la farà sicuramente. Rufy non vuole che il fratello dica queste cose "dolorose" ma, ormai sicuro di dover morire da un momento all'altro, Ace ha ancora qualcosa da dire. E, chiedendo a Rufy di ringraziare da parte sua Barbabianca e agli altri che l'hanno amato, Ace piange dalla disperazione. Gli altri pirati sono visibilmente commossi e, dopo aver detto queste parole a Rufy, Ace si accascia al suolo ed esala, sorridendo, l'ultimo respiro...

I ricordi del passato si mischiano alla tragicità del momento e, mentre Garp chiude gli occhi piangendo, Rufy è talmente sconvolto da non riuscire nemmeno a piangere...

Spoiler capitolo 575:

Rufy è davvero distrutto e a nulla valgono le parole degli altri pirati che, invano, cercano di aiutare il povero ragazzo. Ma anche Barbabianca non sembra averla presa molto bene e, ricordando alcune parole che ha scambiato con il giovane Ace, l'enorme pirata sta pensando di prendersi la sua personale vendetta...

Intanto Akainu, approfittando del momento di disperazione in cui versa Rufy, cerca di attaccare il ragazzo ma, fortunatamente, Marco riesce a bloccare l'avanzata dell'ammiraglio. Il pirata non vuole che Rufy muoia perché, vedendo il sacrificio di Ace, ha capito che per il suo compagno la vita del fratello aveva la priorità su tutto...

Marco è da solo contro Akainu quando, dopo aver visto tutta la scena del combattimento tra i due, anche Barbabianca si intromette nella lotta! Il pugno dell'enorme pirata provoca seri danni all'ammiraglio che, nonostante ciò, riesce a bruciare Barbabianca con la sua abilità. Ma il capitano non ha voglia di perdere e, con un secondo pugno, stende Akainu e spacca in due l'isola di Marineford!

Un'ombra enorme si staglia all'improvviso su Marineford e, da essa, si possono scorgere chiaramente la figura di Barbanera e della sua nuova ciurma di "pirati leggendari". Anche il nuovo membro della flotta dei sette fa quindi la sua comparsa e, vedendo Barbabianca in seria difficoltà, il pirata è felice d'essere arrivato in tempo per vedere la morte di uno dei pirati più forti di quest'era...

Spoiler capitolo 575 di One Piece
Spoiler capitolo 575 di One Piece
Spoiler capitolo 575 di One Piece
Spoiler capitolo 575 di One Piece
Spoiler capitolo 575 di One Piece
Spoiler capitolo 575 di One Piece
Spoiler capitolo 575 di One Piece
Spoiler capitolo 575 di One Piece

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: