Secondo Voi - Berserk #67

berserk

Berserk 67 è un numero che si può leggere in un tempo record di soli 3 minuti.

E' doloroso ammetterlo, ma dopo mesi d'attesa, quel che Kentaro Miura (scrittore e disegnatore) ci ha proposto in questo nuovo capitolo vola via con troppa facilità, costringendoci a dover rileggere più volte l'albo per ricordarci di averlo letto. Inutile ripeterlo: la sua colpa più grande è quella di non aver intenzione di chiudere un manga che ha avuto un successo clamoroso, improvviso ed inaspettato.

Passare dal non essere nessuno al diventare una star del mondo del fumetto non è facile. Per rimanere tali è necessario rimanere con i piedi per terra e non abusare della propria creatura. Berserk si trascina avanti da fin troppo tempo: la prima edizione italiana risale all'agosto 1996. In Giappone la sofferenza dell'attesa è ancora più drammatica: l'editore Hakusensha fece uscire su Young Animal i primi episodi della vita di Gatsu e co. nel lontanissimo 1989 (molti di voi non erano ancora nati o non sapevano leggere). Oggi siamo arrivati a 34 volumi originali (67, come già detto, italiani) e la sensazione è che continuerà per chissà quanti altri anni. L'ultimissimo numero di Berserk è stato distribuito da Planet Manga pochi giorni fa (disponibile in tutte le migliori edicole e fumetterie dal 22.04.2010). L'albo ha le seguenti caratteristiche: 13x18, B., 112 pp., b/n, prezzo 2,20 euro.

E dire che ci troviamo nel bel mezzo di un evento della storia molto interessante, con la Squadra dei Falchi chiamata alla sua più grande battaglia. Infatti nelle 112 non vedrete Gatsu nemmeno in copertina. Due sono i protagonisti assoluti: Grifis (il Falco Bianco) e l’imperatore Ganishuka. Quest'ultimo è stato da poco sconfitto dal condottiero ex-amico del Berserk e, in preda alla follia più estrema, si convince che per ottenere la sua vendetta deve immergersi nel demoniaco utero stregato per rinascere forte come non mai, trasformandosi in un essere quasi divino.

Così facendo Ganishuka diventa un mostro del tutto folle, un abominio alto centinaia di metri e senza controllo alcuno. Solo Grifis sa come fermare la sua avanzata e mette in campo tutte le sue armate, giocandosi una carta molto delicata. Infatti, nei tre minuti di lettura (dovete solo sfogliare le pagine, poiché non ci saranno tanti testi ad ostacolare la vostra lettura), Grifis svela al mondo una delle sue armi segrete: i guerrieri diabolici! La sua armata infatti è formata da esseri disumani, gli unici in grado di contrastare le truppe dell'imperatore e di scatenare il male!

Il resto dell'esercito del Falco rimante intontito nel veder questi esseri. La gente inizia a chiedersi: "Perchè il Falco guida quei mostri?", "Chi è veramente il Falco?". Ma è proprio a questo punto che prende forma il miracolo più grande: Grifis riesce a mettere d'accordo uomini e mostri, il suo esercito diventa compatto come non mai. Scompare la paura dal volto degli umani e tutti sono pronti a sacrificare la loro vita per il loro guerriero di luce.

Questo numero rimarrà nei vostri occhi solo per il gran caos ben disegnato e per questa svolta nel finale. Dopotutto 3 minuti di Berserk non possono saziare la fame di un lettore innamorato.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

12 commenti Aggiorna
Ordina: