Rugbyland, un graphic novel che racconta il rugby italiano

rugby

Becco Giallo presenta Rugbyland, un graphic novel che racconta il rugby italiano.

Il 14 marzo 2013 verrà rilasciato un fumetto che affronta un lungo viaggio nell’Italia del rugby, attraverso oltre duecento pagine a colori (caratteristiche volume: 208 pagine, brossura, colori, 16.00 euro, emissioni di CO2 compensate con il progetto AzzeroCO2. Rugbyland è stato realizzato da Andrea Ragona, un grande appassionato di questo sport per pochi intimi. Andrea gioca a rugby, lo conosce molto bene ed è anche un viaggiatore eco-sostenibile, essendo membro del Consiglio Nazionale di Legambiente. Si è già fatto conoscere per con il suo Yugoland, in viaggio per i balcani.

Al suo fianco, c'è il pittore e disegnatore Gabriele Gamberini che ha già collaborato con Ragona sul primo graphic novel, ma che abbiamo visto anche all'opera su Dossier Genova G8.

Rugbyland può essere considerata come la prima guida al mondo del Rugby italiano. Non è solo un graphic novel, ma un lavoro fatto di numerose interviste, testimonianze, foto, disegni, un vero e che offre un proprio manuale pratico sulle regole del gioco pensato e disegnato per grandi e piccoli.

Le testimonianze di alcuni tra i più celebri protagonisti della storia di questo sport (parliamo di celebrità come Diego Dominguez, Vittorio Munari, Marco Bollesan, Paolo Vaccari, Edoardo Gori) sono state raccolte durante un grandissimo tour nelle città simbolo del rugby: Treviso, Padova, Rovigo, Genova, Milano, Parma, Prato, Roma, L’Aquila, Catania, Calvisano ecc... Lo scrittore ha raggiungo anche i tifosi e la gente comune che ama e pratica questo sport per arricchire il suo fumetto-documentario che presenta la prefazione di Claudio Bisio e vede la partecipazione di Edoardo Gori (mediano della nazionale) per la realizzazione della parte dedicata alle regole del gioco.

Senza anticiparvi troppo, vi facciamo leggere un breve estratto dall’intervista a Diego Dominguez che spiega in parole semplici cosa è questo sport che in Italia si sta facendo conoscere a piccoli passi:

“Il rugby è caratterizzato da quattro elementi fondamentali: il primo e più importante è l’aggressività, se in campo non sei aggressivo puoi anche smettere di giocare, perché quando scendi in campo la prima cosa che devi fare è impedire all’avversario di respirare e di ragionare; la seconda cosa è la tecnica. Devi imparare a fare le cose bene, come i passaggi e i cali. La terza, importante come la seconda, è l’intelligenza, la capacità di riuscire a capire nel più breve tempo possibile la logica del gioco, quello che sta succedendo in campo. Quando hai imparato a fare bene queste tre cose, e solo allora, puoi pensare a sviluppare i muscoli. Il rugby è un gioco di testa.”

https://main.beccogiallo.net/rugbyland/

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.