32 anni fa cessavano le pubblicazioni di Pogo

PogoIl 22 luglio del 1975 usciva l'ultima striscia di Pogo, il fumetto comico ideato da Walt Kelly nel 1943 per una storia breve in cui appariva come spalla di un ragazzino. Successivamente venne ripreso dall'autore nel 1948 quando decise di creare una serie giornaliera dal taglio satirico per il New York Post che nel giro di un anno si aggiudicò la pubblicazione su tutto il suolo nazionale americano.

La serie presenta le avventure di Pogo, un opossum dall'animo gentile che rimane suo malgrado ingarbugliato nelle disavventure dei suoi vicini della palude di Okefenokee, in particolare quelle dell'alligatore Albert, fedele amico di Pogo dotato di un voracissimo appettito, e quelle di Porky Pine, un cinico porcospino che non ha mai riso durante tutta la durata della strip, a parte una volta in cui comunque le luci erano spente.

La serie di Pogo ha guadagnato grande successo di critica e pubblico grazie alla capacità di far ridere delle miserie umane e quella di poter satireggiare in maniera anche dura i personaggi della politica americana. Ben nota tra le tante caricature politiche è quella di Simple J. Malarkey, satira di Joseph McCarthy, senatore degli USA tra i maggiori sostenitori della caccia ai comunisti, caricatura che dimostrò il coraggio di Kelly nel prendere di petto un politico molto influente.

Kelly morì nel 1973 e la striscia venne lasciata in mano a diversi collaboratori che la portarono avanti fino al 20 luglio 1975. Recentemente la Fantagraphics ha annunciato una ristampa completa e cronologica di tutte le strisce giornaliere e domenicali di Pogo in 12 volumi. Qui trovate il sito ufficiale del personaggio, qui invece un sito di fan molto interessante.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

4 commenti Aggiorna
Ordina: