Gatchaman the Movie, il film d'animazione che non vedremo mai

Lo studio d'animazione con base a Hong Kong è stato schiacciato dai problemi economici che si trascinava da circa due anni, chiudendo definitivamente i battenti alcuni mesi fa.

Nella seconda metà del 2008 Imagi aveva già subito perdite per quasi 3 milioni di dollari, mentre il suo reddito era crollato, rispetto all’anno precedente, dal milione e mezzo a soli 200.000 dollari. Il peggioramento della disperata situazione finanziaria minacciava ormai il completamento stesso dei progetti in corso, Astroboy e Gatchaman compresi. La compagnia sperava tuttavia di saldare il passivo e tornare competitiva entro quest’anno, contando anche sugli incassi dell'atteso film in CGI ispirato al cult dell’animazione giapponese di Osamu Tezuka. La pellicola, nonostante la buona realizzazione tecnica, non è stata accolta con l'entusiasmo sperato e si è rivelata un flop internazionale al botteghino, dando il colpo di grazia alla società.

In produzione da circa due anni, il film in computer grafica sui Gatchaman scritto da Paul Dini, autore del celeberrimo serial tv Lost, era basato sulla serie animata giapponese nota in occidente con l’adattamento americano Battle of the Planets (La battaglia dei pianeti). Nato negli anni 70 dalla fantasia di Tatsuo Yoshida e animato dalla Tatsunoko Production (Polymar, Tekkaman, Yattaman), l’anime raccontava la lotta contro i perfidi Galactors dell’action-team formato da “cinque intrepidi ragazzi” dotati di formidabili abilità: Ken l’aquila, Joe il condor, Pretty Jun il cigno, Gimpy la rondine e Ryu il gufo.

Sul sito ufficiale di Gatchman the Movie resta invariata la data d’uscita del film per il 2011, eventualità davvero improbabile poiché la società in bancarotta ha già provveduto a mettere all'asta poster originali, concepts e artworks del cartoon. Un teaser trailer inedito (in alto) risalente al 2007, è ora ripescato e diffuso online dal sito di twitch.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: