Marvel, rivelato il Project Gamma

Tramite un misterioso teaser postato sul sito ufficiale, la Marvel aveva annunciato alcune novità da presentare all'SXSW di Austin (Texas)...novità identificate con la misteriosa sigla Project Gamma. E cosa è stato presentato ai visitatori della fiera texana? Andiamo a scoprirlo...

Sotto l'identificativo di Project Gamma, la Marvel ha intenzione di lanciare un nuovo modo di leggere i fumetti digitali: tramite l'inserimento di una tecnologia chiamata "adaptive audio", i digital comics della casa editrice saranno forniti di una speciale colonna sonora, che si modificherà pagina dopo pagina! L'idea è carina e accattivante anche se, almeno al sottoscritto, ricorda molto quello che i ragazzi del progetto Madefire hanno realizzato da tempo...ovvero fumetti digitali dotati di colonna sonora, rumori e quant'altro.

Lungi da me pensare che la Marvel abbia copiato l'idea originale di Madefire, ma di sicuro le analogie tra i due progetti sono molte, a partire proprio dall'idea di voler dotare i fumetti digitali di sonoro adattabile. E se Madefire aggiunge alla lettura anche delle piccole animazioni davvero ben fatte, il Project Gamma della Marvel non sembra abbia implementato quest'azione nei propri comics che, come abbiamo detto, saranno dotati solo di un sonoro adattabile alla lettura e nulla più. Ovviamente, prima di poter parlare in maniera approfondita del Project Gamma, dobbiamo avere tra le mani almeno uno dei fumetti che adotteranno questo sistema, in modo da poter toccare con mano questo concetto di "adaptive audio".

Una cosa che non ho ancora capito e se questo nuovo tipo di applicazione del sonoro al fumetto sarà prerogativa degli acquisti dall'app ufficiale della Marvel o, cosa che reputo alquanto improbabile (per via di giusti motivi tecnici), i fumetti del Project Gamma potranno essere scaricati anche da ComiXology e App Store. Staremo a vedere...

via | Comics Alliance

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.