Z, la recensione di Powers vol.13 di Bendis e Oeming

Adorabile Bendis, un artista che sa come non annoiare mai chi lo ama e lo segue.

marvel

Un'altra conferma arriva da Powers vol. 13, intitolato semplicemente Z (volume contente Powers vol.3 #1/6, presentato nella collana 100% Panini, venduto al prezzo di € 19.00; 17x26, B., 224 pp., col.). Cosa ha di godibile questo volume? Prima di tutto è una lettura appassionante, ricca di colpi di scena, di momenti di tensione. L'autore sta imparando a trattare i buoni e cattivi sentimenti con grande stile, caratterizzando dettagliatamente i personaggi nuovi e passeggeri come se fossero i principali protagonisti della sua lunga serie. Bendis riesce a riciclare situazioni già vissute e a rimontarle con sapienza, facendo emergere particolari inediti e che rivitalizzano il suo progetto in ogni diverso ciclo. Una pagina tira l'altra in Powers e si sorride e si soffre insieme al grande Walker, un eroe dai mille volti e dal passato misterioso che ancora oggi non riusciamo a comprendere fino in fondo.

Z è la storia di un antieroe che ha raggiunto la notorietà ai tempi della Seconda Guerra mondiale. Dicono in giro che è colui che ha eliminato Hitler, ma questo non fa di lui un simbolo del bene. Lo scrittore ce lo mostra nel presente, ce lo fa conoscere da cadavere, ammazzato da chi nemmeno ti aspetti; un pretesto bello e buono per parlarci della coscienza di chi pretende d'esser apprezzato come eroe e chiede a gran voce rispetto e privilegi. La fine di Z è una punizione quasi divina, il modo in cui è stata costruita mette in evidenza tutto il marcio che un cuore degenerato può produrre, anche indirettamente. Le vicende di Walker, della sua ragazza, della sua nuova compagna Enki Sunrise sembrano solo un drammatico pretesto per spiegare emozionando un concetto così grande.

Questa volta il buon Oeming sfigura di fronte alla potenza narrativa di un Bendis non più pesante e loquace, ma rapido nel colpire nel segno, nel conquistare per l'ennesima volta chi ha fiducia in lui tra descrizioni di flashback significativi ed un presente amaro, ma pur pieno di speranza.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.