Akira, un live-action ad alto budget e PG-13 (anche bambini accompagnati)

AkiraAvevamo lasciato il regista e produttore Albert Hughes (Codice: Genesi, La vera storia di Jack lo squartatore) alla direzione del live-action ispirato al famoso manga cyberpunk di Katsuhiro Otomo, e Mark Fergus e il suo storico collaboratore Hawk Ostby, sceneggiatori de I figli degli uomini e Iron Man, al lavoro sul copione.

Ora il produttore Andrew Lazar (Jonah Hex, Space Cowboys), intervistato dal sito The Collider, rivela che il team creativo sul progetto ha ingaggiato lo sconosciuto Albert Torres come nuovo sceneggiatore. Si tratta del secondo cambio dopo Gary Whitta e il duo Fergus/ Ostby.

Lazar spiega che la pellicola è in fase di pre-produzione e il regista è allo studio dell’impostazione visiva del film con un gruppo di artisti concettuali: Akira appare proprio ciò che i vertici di Warner Bros adorano, con molte potenzialità e un franchise di grande valore economico. Sarà un film ad alto budget perché con un regista visionario come Huges è meglio non fare economia: lo studio ne è entusiasta.

Akira
Il produttore ha anche confermato che il primo dei due film previsti coprirà gli eventi raccontati nei tre volumi iniziali del manga di Otomo e, se tutto andrà come sperato, il secondo chiuderà la storia. Dipenderà ovviamente dall'accoglienza della prima pellicola presso il pubblico (cioè dagli incassi al botteghino).

D’altra parte il regista ha dichiarato che Warner Bros ha imposto un film rating PG-13 per puntare al grande pubblico. Non un rating R (richiesta la presenza dei genitori per i ragazzi sotto i 17 anni), ma un prodotto adatto anche ai bambini, se accompagnati dai genitori. Questa non è una buona notizia per i fan, perché significa che la storia originale sarà molto censurata e semplificata.

Hughes è ottimista, pensa di riuscire a creare un prodotto adulto pur entro i limiti del visto censura, sull’esempio de Il cavaliere oscuro di Christopher Nolan, ma confessa di avere in programma solo la direzione del primo episodio (non girerà il seguito). Il film non è ancora in produzione, il nuovo script sarà pronto verso settembre. Attualmente, come detto da Lazar, Hughes è impegnato nel dare un'impronta visiva al film.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

2 commenti Aggiorna
Ordina: