Topolino, secondo Giulio Giorello è uno tra i grandi filosofi del Novecento

Perché citare un filoso della scienza come Giulio Giorello in un blog fumettistico?

topolino

Questo studioso, all'interno del suo nuovo saggio, ha voluto analizzare una delle figure più importanti dei fumetti mondiali: Topolino. La sua non è stata una semplice citazione, ma è arrivato al punto di accostare il nome dell'eroe dei fumetti a quello di Russell, Lévi-Strauss o Feyerabend, finendo per considerarlo come un grande filosofo del Novecento.

Giorello conosce molto bene il topo della Disney, leggendolo da sin dalla tenera età di quattro anni. Infatti, la sua famiglia ha sempre ritenuto una cosa molto intelligente far leggere i fumetti ai bambini. Dopotutto anche il padre (che non simpatizzava per i fumetti) considerava Topolino un segno della libertà ritrovata, visto che il fumetto era ritornato in Italia dopo l'ostruzionismo del fascimo. Il filoso ha giudicato Topolino, prima di tutto, come un romanzo di formazione, ma ha voluto dedicargli un saggio grazie anche all'intervento della ricercatrice di filosofia Ilaria Cozzaglio con la quale condivideva questa grande passione che, dopotutto, unisce tutte le generazioni.

Giorello considera Walt Disney un genio generoso, che ha creato un eroe e lo ha affidato ad altri autori, permettendo la diffusione planetaria delle opere, inserendole in ogni genere di contesto, giungendo ad illustrare situazioni tipicamente filosofiche come libertà di espressione, libertà e responsabilità della scienza, questioni di genere, rapporto tra sogno e realtà, vita extraterrestre ecc...

Nessuno prima di questo filosofo era arrivato a paragonare Topolino all’Ulisse di Joyce! Per un ulteriore approfondimento sulla questione "Topolino Filosofo del Novecento" vi consigliamo di cliccare qui e leggere l'intervista integrale di Giulio Giorello, nella quale approfondisce quale è il suo rapporto con il personaggio principe del divertimento dei bambini di tutte le età.


  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.