Ore no Seishun Love Come wa Machigatteiru - Animazioni primaverili 2013 prima impressione

Ore no Seishun Love Come wa Machigatteiru parla di un pessimista: un ragazzino che non ha la minima fiducia negli altri, e in se stesso.

Mi ha fatto molta tenerezza questa animazione, fatta per lo più di dialoghi e poca azione: la prima puntata non è tuttavia stata spiacevole da guardare.

Protagonista è Hachimana Hikigaya, un ragazzo pessimista, cinico, non amante della vita. A 17 anni non sa godersi nulla: crede che le amicizie o la vita di società siano inutili perdite di tempo, presto o tardi, secondo lui, si verrà infatti delusi dalle persone, irrimediabilmente!

La professoressa, preoccupata per questo comportamento asociale, spedisce Hikigaya in un club dopo scuola che fa "servizio pubblico". In questo caso "riabilita" le persone con qualche difficoltà (ok, chi vi ricorda? magari trovate similitudini con Haganai?).

Col tempo il giovane si rende conto che comunque ci sono delle persone, seppur non piacevoli, almeno un minimo comunicative: il ragazzo riesce infatti, dopo anni, a chiacchierare abbastanza normalmente con delle compagne di classe. Il club dunque servirà non solo a fargli fare delle amicizie, ma anche a fargli capire che non tutte le persone sono dei veri e propri mostri di egoismo.

Dico chiaramente che la prima puntata mi è piaciuta: il fatto che l'intera puntata abbia messo l'accento sul fatto che nella società nipponica si tende a non dire, più che a parlare chiaramente, è un elemento secondo me di grande interesse. Come sempre nelle animazioni non si preme mai l'acceleratore spingendo su una estrema serietà, ma si trasmettono comunque tematiche importanti. Il messaggio che ho ricevuto da questa prima puntata è stato: non giudicare mai e tenta di essere sempre più sincero possibile. Un messaggio comunque positivo detto tra il serio e il faceto. Sicuramente guarderò anche le prossime puntate: c'è infatti qualcosa da imparare.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.