Avventure noir, una mostra a fumetti sulle trasgressioni degli anni 60

'Avventure noir': una mostra per i più nostalgici presso “WOW Spazio Fumetto - Museo del fumetto, dell'illustrazione e dell'immagine animata”, ecco tutti i dettagli

Avventure Noir mostra

Una mostra a fumetti molto "piccante" è quella che si inaugurerà fra pochissimi giorni a Milano, in viale Campania 12, al piano terra del famoso “WOW Spazio Fumetto - Museo del fumetto, dell'illustrazione e dell'immagine animata”, dove gli amanti del genere potranno ammirare alcuni pezzi storici del mondo del fumetto degli anni ’60, nell’ambito della mostra 'Avventure noir', un viaggio che prende le mosse da un'opera dell’autore Luca Mencaroni, che sarà presente in occasione di questo imminente evento.

La mostra si terrà a partire dal 13 Aprile 2013, fino al 12 maggio 2013, e l’ingresso sarà gratuito. Ma quali saranno le “tematiche” affrontate nel percorso di 'Avvenurte noir'?

'Avventure noir' è una mostra che ripercorre le storie dei principali protagonisti dei tascabili dedicati ad un pubblico adulto, pubblicati in Italia negli anni che vanno dal 1964 fino al 1970: da Fantax a Genius, fino a Spettrus e Zakimort e molti altri ancora … "Avventure noir" ci farà immergere in un vero e proprio viaggio nel mondo del fumetto italiano anni '60.

L’inaugurazione della mostra si terrà fra pochissimi giorni, sabato 13 aprile, e durante questa giornata, alle ore 17.30, si terrà un incontro aperto, al quale prenderanno parte lo stesso Mencaroni, insieme allo storico del fumetto Gianni Bono, il disegnatore Roberto Baldazzini, Paolo Telloli della rivista "Ink", e Luigi Bona, direttore del museo di Milano.

Gli orari della mostra sono i seguenti: da martedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00; e il sabato e la domenica dalle 15.00 alle 20.00. Cari nostalgici e cari curiosi, non vi resta che partecipare!

via | Repubblica
Foto | Mencaroni

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.