Spoiler capitolo 505 di Naruto

Spoiler capitolo 505 di Naruto

Dopo i picchi emotivi raggiunti nei capitoli precedenti, Masashi Kishimoto ci riporta subito alla realtà "combattente" di Naruto! Finalmente rivediamo alcuni vecchi personaggi e, dopo i lunghi ma bellissimi flashback, la storia inizia di nuovo il suo normale corso. Ricordiamo a tutti i lettori dell’edizione italiana di Naruto di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il riassunto del capitolo 504 e le indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 505.

Riassunto capitolo 504:

Minato ha deciso di usare lo Shiki Fuujin per sigillare in Naruto il rimanente chakra di Kushina e, sfruttando i vari sigilli, l'Hokage ha intenzione di rendere suo figlio il nuovo Jinchuuriki del Kyuubi! E, per "alleggerire" il carico di responsabilità che suo figlio dovrà affrontare nel corso della sua vita, Minato decide di portarsi con se metà del Chakra "malvagio" della volpe sigillando, come ha già detto, la restante metà in Naruto...

Ma, nonostante Minato la stia rassicurando in tutti i modi (dicendole che, grazie alla sua tecnica, potrà rivedere Naruto quando il ragazzo tenterà di controllare il potere del Kyuubi), Kushina non vuole che suo figlio cresca portandosi addosso un fardello così grande. Inoltre, se Minato è davvero intenzionato ad usare lo Shiki Fuujin, anche lui perderà la vita e quindi Naruto, da quel momento, sarà un orfano a tutti gli effetti. La donna è furiosa: perché Minato vuole sacrificare la propria vita e quella di suo figlio per una cosa "insignificante" come l'equilibrio tra i Jinchuuriki? Perché deve privarsi della gioia di crescere un figlio solo per la salvaguardia di Konoha? E soprattutto: perché vuole sacrificarsi per permettergli di incontrare, in futuro, il loro bambino?

Minato ha ascoltato in silenzio le urla disperate di Kushina ma, ora che la donna ha finito, l'Hokage prende la parola e cerca di spiegare a sua moglie come mai è necessario attuare il suo "piano". Secondo Minato, abbandonare suo figlio e voltare le spalle al villaggio e al paese sono, per lui, cose davvero orribili, ricordando a Kushina che anch'ella ha visto il suo paese sparire da un giorno all'altro. E, visto che loro sono una famiglia di shinobi, è nei loro doveri cercare di evitare che si ripetano tragedie come quelle accadute al villaggio di Kushina. Inoltre, pur rimanendo lui in vita, ci sono delle cose che solo una madre può insegnare al proprio bambino e quindi, pur volendo, Minato sa che egli non potrebbe mai sostituirsi a Kushina. E quindi, anche se Kushina avrà modo di poter parlare al figlio per poco tempo, Minato ha deciso che sia meglio per Naruto ricevere qualcosa dalla madre piuttosto che da lui e, morire in queste circostanze, sarebbe per Yondaime il sacrificio necessario che un padre può compiere per aiutare il proprio bambino. E, mentre Minato guarda negli occhi Kushina, il demone si libera del "rosario" posto sulla sua mano tatuata dando, di fatto, inizio alla tecnica del Shiki Fuujin...

Sarutobi cerca di avvicinarsi alla volpe e, notato che Minato ha eseguito i sigilli necessari per richiamare lo Shiki Fuujin, il Terzo Hokage capisce che qualcosa non va. Due shinobi lo raggiungono e, chiedendogli cosa è successo, Sarutobi dice loro che Minato ha alzato una barriera attorno al Kyuubi e che, ora come ora, qualsiasi cosa abbia in mente di fare il Quarto Hokage sarà per loro "irraggiungibile". Infatti, nonostante Sarutobi stia usando tutte le sue forze per "sfondare" la barriera, questa regge a tutti gli urti e quindi, come detto dallo stesso Terzo Hokage, a loro non rimane altro da fare che osservare quello che Minato sta facendo...

E, ormai pronto, il demone "inserisce" la sua mano nel corpo di Minato e, facendola passare dalla pancia dell'Hokage, questo fa allungare il suo braccio raggiungendo, in un batter d'occhi, il Kyuubi. Maledicendo Minato, il Kyuubi viene finalmente a contatto con il demone che, provocandogli dolori inimmaginabili, estrae dal corpo della bestia metà della sua forza portandola, con la stessa velocità con cui ha raggiunto la volpe, nel corpo di Yondaime. Minato "accusa" il colpo pensando, fra se e se, che mai avrebbe immaginato che il Chakra della volpe fosse così pesante. Anche Sarutobi ha notato che lo Shiki Fuujin è stato eseguito con successo e, guardando in che condizioni è adesso la volpe, uno degli shinobi nota che anche il Kyuubi si è "rimpicciolito" dopo aver subito il sigillo del demone. Ed effettivamente la volpe si è davvero rimpicciolita ma, ora come ora, a Minato preme sigillare la restante parte del chakra del Kyuubi in Naruto e, senza perdere tempo, il Quarto Hokage fa apparire un piccolo trono cerimoniale per poter eseguire il sigillo ottagonale...

Ma la volpe capisce subito che Minato vuole sigillarla all'interno di Naruto e, quando vede che il Quarto Hokage sta poggiando il bambino sul trono cerimoniale, la bestia osserva frettolosamente la situazione per cercare un modo "veloce" per sbarazzarsi dell'infante. E, notando che Minato sta andando in soccorso della sofferente Kushina, Kyuubi realizza che questo è il momento giusto per attaccare Naruto e, alzando silenziosamente la zampa al cielo, la bestia estrae gli artigli e scaglia il suo corpo all'indirizzo del neonato! Ma Kyuubi non ha fatto i conti con l'amore che Minato e Kushina provano per Naruto e, poco prima che l'artiglio della bestia possa raggiungere il bambino, entrambi i genitori "scattano" verso la zampa della volpe finendo, irrimediabilmente, infilzati da esso!

L'artiglio del Kyuubi si è fermato proprio ad alcuni centimetri dalla testa di Naruto e, avendolo protetto con i loro corpi, Kushina e Minato risentono e di molto del colpo terribile sferrato dalla bestia. Sarutobi e gli altri shinobi osservano increduli l'atto d'amore che Kushina e Minato hanno appena compiuto mentre la volpe, furiosa, maledice con tutte le sue forze quei "dannati umani". E, con ancora l'artiglio del Kyuubi infilzato nella sua pancia e in quella di suo marito, Kushina dice a Minato che "se il padre deve svolgere il suo compito" (riferendosi al sacrifico), allora anche la madre deve "fare altrettanto" e, sorridente, la donna dice all'Hokage che, per la prima volta, "ha vinto" lui. Minato sorride a sua volta e, ringraziando la moglie per avergli dato fiducia, il giovane Hokage usa il suo sangue per eseguire un Kuchiyose no Jutsu per richiamare Gamatora. Appena il rospo-rotolo appare, questo si spaventa nel vedere la volpe ma, soprattutto, chiede a Minato e a Kushina "che diavolo hanno combinato". Ma non c'è tempo per le spiegazioni e, serio più che mai, Minato affida a Gamatora la chiave del sigillo dicendogli di portarla immediatamente da Jiraiya. Il rospo esegue gli ordini e, arrotolandosi, dice "addio" a Minato...

Sarutobi, vedendo che Minato ha affidato la chiave del sigillo a Gamatora, intuisce che Yondaime ha protetto il villaggio rendendo suo figlio il nuovo Jinchuuriki del Kyuubi ma, purtroppo, il prezzo che il giovane Hokage ha pagato è davvero troppo alto. E, con l'artiglio del Kyuubi che ancora infilza i genitori di Naruto, il demone sta pian piano cominciando a "mangiare" l'anima e il chakra di Minato che, ovviamente, si accorge di tutto. E, sapendo che ormai è giunta la sua ora, Minato chiede a Kushina di dire le sue ultime parole a Naruto in modo che lui, appena la donna avrà finito di parlare la figlio, potrà compiere il sigillo ottagonale e inserire anche un po' del suo chakra nella prole. Sentito ciò, Kushina si rivolge al figlio ed inizia a fargli delle raccomandazioni "da vera madre": guardandolo intensamente, Kushina dice a Naruto di lavarsi sempre, di mangiare tanto, di andare a dormire presto, di farsi tutte le amicizie che vuole purché questi siano "veri amici", di osservare le tre leggi dei ninja, di non prestare i soldi a nessuno, di dare ascolto agli insegnanti dell'accademia, di imparare bene il ninjutsu (visto che lei è "una frana"), di scegliersi una ragazza che assomigli a lei, di non bere alcool fino ai vent'anni e di fare attenzione a Jiraiya sensei! Minato ascolta divertito le mille raccomandazioni di Kushina e, piangendo copiosamente, la donna dice a Naruto che deve fissarsi un obbiettivo e portarlo fino alla fine e, anche se sopporterà molte sofferenze dovute alla mancanza "fisica" dei suoi genitori, questi staranno con lui per sempre. Kushina vorrebbe dire tantissime altre cose al figlio ma, per non rubare ulteriore tempo a Minato, la donna dice a Naruto che gli vorrà bene per sempre. Minato prende quindi la parola e, dicendo a suo figlio che egli è orgoglioso di essere suo padre, si stringe a Kushina e, sorridendo, dice al bambino di ascoltare con attenzione la "lingua indomabile" di sua madre. Il momento di tenerezza tra genitori e figlio viene però interrotto dalla tragicità dell'evento e così, quasi privo di forze, Minato riesce finalmente ad eseguire il sigillo ottagonale e a sigillare la volpe in Naruto...

Si torna nella "mente" di Naruto dove Kushina, dispiaciuta per come sono andate le cose, cerca di scusarsi per tutte quelle volte che suo figlio ha sentito la mancanza dell'affetto e dell'amore dei suoi genitori. Naruto, visibilmente colpito dalla storia della sua nascita, dice alla madre di non scusarsi con lui: anche se il ragazzo ha vissuto momenti difficili come Jinchuuriki, egli non li ha mai incolpati ed anzi, ora che sa che i suoi genitori hanno dato la vita per proteggerlo, Naruto è davvero felice di mostrarsi alla madre per quello che è. Kushina inizia a piangere e, continuando, Naruto dice a sua madre che lei e Minato l'hanno "riempito d'amore" prima ancora che la volpe venisse sigillata in lui e quindi, ora, è orgoglioso di mostrare alla sua "mamma" che egli è diventato uno shinobi felice ed in salute. E, mentre dice a Kushina d'esser lieto di essere il figlio di due genitori come loro, la madre si rivolge mentalmente a Minato dicendogli che "il loro bambino" ha recepito il messaggio d'amore che gli hanno trasmesso e, scomparendo (Kushina ha usato tantissimo chakra per permettere a Naruto di "sigillare" il Kyuubi), questa corre verso suo figlio ringraziandolo per aver permesso a lei e al Quarto Hokage di essere i suoi genitori. Ma il chakra è ormai finito e, poco prima di poter abbracciare suo figlio, Kushina scompare definitivamente...

Ma, "scomponendosi" come tante piccole gocce, Kushina riesce lo stesso a raggiungere Naruto che, ricevendo quella "pioggerellina" di chakra, si inebria di tutto l'amore che la madre ha avuto per lui. Una lacrima solca il viso di Naruto che, sentendo l'eco dei "Grazie" di Kushina, chiude gli occhi ed assapora quel momento di puro e traboccante amore...

Spoiler capitolo 505:

Naruto ripensa alle raccomandazioni che la madre gli ha detto quando ha raccontato al ragazzo la "tragedia" avvenuta durante la sua nascita e, promettendo a Kushina che seguirà tutte le sue indicazioni e, così facendo, diventerà l'Hokage "più fico" che si sia mai visto sulla faccia della terra!

Naruto si "risveglia" nella camera dove Killer Bee e Yamato lo stavano sorvegliando e, con uno "Yeah", il ragazzo fa capire ai due shinobi che le cose sono andate per il verso giusto. Yamato gli domanda se è tutto ok e Naruto, rispondendo di si, da il pugno a Killer Bee che, ora, sembra stia "analizzando" quanto ha fatto il ragazzo durante la sua permanenza all'interno del suo corpo. Tra Naruto e Bee sembra esserci molta intesa e, non capendo praticamente nulla dei Rap dell'Hachibi, Yamato chiede ai due di spiegargli bene cosa è successo!

Intanto Gai, ripresosi dal faticoso viaggio in mare (chi si sarebbe mai aspettato che lo shinobi soffrisse così di mal di mare?), chiede a Motoi e a uno shinobi di Konoha di fargli capire come mai un suo allievo (Naruto) sta affrontando un pericoloso allenamento. Questi non hanno neanche il tempo di rispondere che Gai, come al solito, inizia a parlare dell'energia della giovinezza e, entusiasta come sempre, lo shinobi chiede a Motoi e al ninja di Konoha di portarlo da Naruto...

Naruto spiega a Yamato che l'energia della volpe si trova in un posto che è separato dalla bestia e, "entrando" nel suo corpo, il ragazzo prende un po' di chakra da una grande palla bianca situata al disopra di alcuni "monili" (se così vogliamo chiamarli) per mostrare, allo shinobi, cosa succede quando egli ha accesso alla potenza di quel chakra. Ed infatti il corpo di Naruto muta immediatamente (diventa come quando ha sconfitto la volpe) e Yamato, sorpreso, nota che l'energia di Naruto fa reagire anche i suoi Mukuton...

Naruto però si accorge che qualcosa non va e, puntando il dito contro la Samehada, intima a "quella cosa" di rivelarsi! Bee e Yamato non capiscono e Kisame, che fino a quel momento era convinto d'aver fatto tutto "come si deve", non può far altro che mostrarsi agli shinobi! Kisame, complimentandosi con Naruto per essere riuscito a cogliere le sue "emozioni negative", spiega a Killer Bee che quello decapitato nel loro precedente scontro non era ne un clone ne un qualsiasi altro tipo di tecnica: era solamente uno shinobi "morto"! Così' dicendo, Kisame va verso l'uscita ma Naruto, eseguendo una tecnica di teletrasporto molto simile a quella di Minato, colpisce la faccia del nemico con un pugno fortissimo ma, non essendo pratico, durante l'atterraggio il ragazzo ha messo troppa forza ed è rimasto "incastrato" al soffitto. Kisame, ferito, riesce quindi ad uscire e, mentre Yamato aiuta Naruto, Bee si lancia all'inseguimento dello spadaccino...

Motoi e lo shinobi di Konoha portano Gai alla "Cascata della Verità" dove, il Jonin, viene a conoscenza dell'allenamento segreto di Naruto. Lo shinobi chiede a Gai se vuole provare anche lui a combattere con il suo "io" malvagio e il maestro, per nulla convinto, dice che è venuto qui solo per dare supporto a Naruto. Ma lo shinobi inizia a sfotterlo dicendogli che forse egli ha solo paura e così, per salvare il suo orgoglio, Gai si lancia verso la roccia dinnanzi alla cascata e cerca, anche lui, di combattere con il suo "io" malvagio...

La parte malvagia di Gai sta pian piano uscendo dalla cascata e, impaziente come sempre, il Jonin dice alla sua controparte "cattiva" di farsi vedere subito, in modo che egli possa dargli una bella lezione! Ma, quando sembra che la parte malvagia di Gai stia uscendo dalla cascata, il Jonin scopre che questa altro non è che...Kisame! Un po' stranito, Gai dice a quella che crede ancora la sua controparte malvagia di farsi sotto ma, avvertito da Motoi e dallo shinobi di Konoha, il Jonin scopre che quello non è il suo alter-ego e, con una gomitata a sorpresa, il maestro lancia l'avversario verso la cascata!

Spoiler capitolo 505 di Naruto
Spoiler capitolo 505 di Naruto
Spoiler capitolo 505 di Naruto
Spoiler capitolo 505 di Naruto
Spoiler capitolo 505 di Naruto
Spoiler capitolo 505 di Naruto
Spoiler capitolo 505 di Naruto
Spoiler capitolo 505 di Naruto
Spoiler capitolo 505 di Naruto
Spoiler capitolo 505 di Naruto

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: