Spoiler capitolo 415 di Bleach

Spoiler capitolo 415 di Bleach

Capitolo bello ma "poco sensazionale" questo di Bleach! Tite Kubo ha sfoderato il "colpo a sorpresa" appena una settimana fa ed ora, con calma, l'autore vorrà sicuramente descrivere meglio quanto sta avvenendo nel suo manga usando, come ogni mangaka, alcuni flashback "esplicativi". Ovviamente ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il riassunto del capitolo 414 e gli spoiler (confermati e con immagini) del capitolo 415.

Riassunto capitolo 414:

Gin ha terminato il suo "incontro" con Matsumoto e, fatto quel che "doveva fare", lo shinigami torna da Aizen. Questo lo saluta e, chiedendogli che ne è stato della ragazza (riferendosi, ovviamente, a Matsumoto), Gin risponde che l'ha uccisa! Aizen sembra perplesso ma, non sentendone più la Reiatsu, il potente ex-capitano del Gotei 13 non può far altro che dare ragione al suo sottoposto...

Però Aizen è molto curioso: secondo lui Gin provava delle emozioni "molto forti" per Matsumoto e, constatato che il suo sottoposto l'ha uccisa senza batter ciglio, è per Aizen una cosa davvero strana. Gin, sorridendo come sempre, dice ad Aizen che egli non sa nemmeno cosa siano le emozioni e, ricordandogli il loro primo incontro, lo shinigami spiega nuovamente al suo "capo" l'animale a cui egli si sente di essere molto "vicino": il serpente. Gin, affascinato da sempre dai rettili, dice ad Aizen che egli è come un serpente perché non è in grado di provare emozioni, striscia ovunque, si avvicina silenzioso alla sua preda "con la lingua di fuori" e, quando ne trova una "gustosa", la inghiotte senza farsi troppi problemi. Aizen sembra soddisfatto della risposta di Gin che, camminando lentamente, si trova adesso "spalla a spalla" con il suo "capitano"...

Asano, notando che gli altri si sono fermati a vedere chi fosse arrivato, dice a tutti di muoversi e di scappare più in fretta che possono ed Aizen, notando il "casino" che gli umani stanno facendo, dice a Gin d'essersi "stancato" di questa "caccia al topo". Incuriosito, Gin chiede al suo "capitano" cosa ne faranno degli umani una volta uccisi ed Aizen, impugnando fiero la Kyoka Suigetsu, dice al suo sottoposto che appenderanno i corpi degli umani in un punto molto visibile fuori città e, con calma, inizieranno a creare la "Chiave del Re". Gin, dopo aver "sorpassato" Aizen, dice a questo che ci penserà lui ad eliminare gli umani e, con la sua mano, sfiora delicatamente la Kyoka Suigetsu. Aizen si accorge subito che qualcosa non va ma, pur essendo di spalle davanti lui, Gin esegue un attacco a sorpresa con la sua Kamishini No Yari infilzando, di netto, il suo "adorato" capitano!

Aizen è visibilmente shockato ma, ormai, le cose stanno prendendo una piega decisamente diversa: Gin lo ha attaccato e, pur essendo di spalle, lo shinigami è riuscito a infilzarlo in pieno con la Kamishini No Yari. La manica destra del lungo vestito di Gin è ormai distrutta ma, sorridente, l'ex capitano della terza brigata inizia ora a parlare con Aizen e a spiegarli i motivi del suo "tradimento". In primis Gin ci spiega come si fa ad "eliminare" l'abilità ipnotica di Kyoka Suigetsu: in pratica bisogna toccare la spada di Aizen prima che questo possa attivare "l'ipnosi totale" e Gin, che per decenni ha aspettato di sapere come sfuggire all'abilità della Kyoka Suigetsu, è finalmente riuscito a "farsi avanti" e ad "eliminare" il terribile potere dell'arma con un attacco a sorpresa! Gin dice che per lui è sempre stato "divertente" vedere come tutti quelli che hanno avuto modo di combattere contro di Aizen non sapessero, per loro sfortuna, che bastava semplicemente "sfiorare" la Kyoka Suigetsu per annullarne gli effetti...

Gin è carichissimo e, impugnata la fedele Kamishini no Yari, lo shinigami dice ad Aizen che l'unico che può sconfiggerlo è lui! Aizen perde molto sangue dal petto e, accasciandosi, questo dice a Gin che l'ha portato con se proprio perché sapeva che, prima o poi, lo shinigami l'avrebbe tradito. Piuttosto, Aizen era curioso di sapere come avrebbe fatto Gin ad ucciderlo e, ripresosi, questo dice al "traditore" che un colpo così semplice non è abbastanza letale per lui. Gin lo sa e, mostrando la Kamishini No Yari ridotta a "pugnale", fa notare ad Aizen una piccola crepa che si trova sulla lama della spada stessa. Bene, quella piccola crepa altro non è che un pezzo "mancante" della Kamishini No Yari e, quel frammento, si trova adesso nel corpo di Aizen!

Gin, rivelando ad Aizen che gli ha sempre mentito riguardo alle abilità della Kamishini No Yari, decide che è giunto il momento di svelargli il "vero potere" del suo bankai. In pratica la Kamishini No Yari non è "la spada più veloce" o "quella più lunga" ma, molto più semplicemente, questa si "incenerisce" quando si estrae e contrae. E, all'interno della stressa, vi è contenuto un veleno mortale che è in grado di distruggere le cellule del corpo con cui viene a contatto ed Aizen, sentendo quest'appunto di Gin, ha come un sussulto. Gin, notando che Aizen ha capito "a grandi linee" cosa è successo, spiega al suo ex-capitano quello che ha fatto poco fa attaccandolo: usando l'abilità di Kamishini No Yari, Gin è riuscito a piazzare un frammento della spada all'interno del cuore di Aizen e, ora che tutto è stato posizionato "secondo i suoi piani", allo shinigami basta dare un comando per eliminare il nemico all'istante! Gin, sicuro di se, dice ad Aizen che ogni parola che l'ex-capitano pronuncerà adesso sarà sempre "più lenta" del suo comando e, senza pensarci due vuole, lo shinigami pronuncia la frase "Uccidi, Kamishini No Yari" creando, così, un buco nel petto del nemico!

Spoiler capitolo 415:

In un flashback, si vede Gin "bambino" che raccoglie un ramoscello da terra e, nei pressi di questo piccolo pezzo di legno, il piccolo shinigami nota un buco per terra. Da qui, riesce a scorgere Aizen che sta facendo qualche esperimento insieme a tre shinigami: in pratica Aizen tiene in mano un'ampolla che, presumibilmente, conteneva qualcosa di molto simile all'Hougyoku...

Torniamo alla "realtà" dove Gin, avendo aperto il petto di Aizen, riesce finalmente a liberare l'Hougyoku e ad impadronirsene. Ma Aizen non vuole e, con una mossa disperata, cerca di colpire Gin. Questo riesce a scansarsi con molta facilità e, ormai senza il "nucleo" del suo potere, Aizen cade sulle ginocchia urlando, a squarciagola, il nome di Gin. E, così facendo, dallo squarcio aperto da Gin nel petto di Aizen esce un'incredibile quantità di Reiatsu che, come una cortina di fumo, sale velocemente al cielo...

Gin, ritiratosi in un posto appartato, osserva severo l'Hougyoku e, rinfrancato, lo shinigami pensa d'aver posto fine a quest'inutile quanto pericolosissima guerra. Ma, dal cielo, si apre una specie di fascio luminosissimo e, da li, vediamo uscire Aizen con delle lunghissime ali da farfalla!

Aizen dice a Gin che non è necessario che l'Hougyoku sia o no nel suo corpo: ormai egli ha assorbito tutto il potere dell'artefatto e, ora, è più forte che mai! Nella mente di Gin si fanno largo velocissimi flashback relativi al suo passato (si vedono Matsumoto, Kira ed anche lo stesso Aizen) ma, ormai, la fine dello shinigami è segnata: con un colpo velocissimo, Aizen "squarcia" il petto di Gin, ponendo la sua volontà verso colui che l'ha tradito!

Spoiler capitolo 415 di Bleach
Spoiler capitolo 415 di Bleach
Spoiler capitolo 415 di Bleach
Spoiler capitolo 415 di Bleach
Spoiler capitolo 415 di Bleach
Spoiler capitolo 415 di Bleach
Spoiler capitolo 415 di Bleach
Spoiler capitolo 415 di Bleach
Spoiler capitolo 415 di Bleach
Spoiler capitolo 415 di Bleach

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: