Osama Game - Esce l'opera di Hitori Renda in Italia

Esce in Italia il 18 aprile Osama Game per la Planet Manga.

Opera originale di Hitori Renda , pubblicata in patria nipponica sul magazine Manga Action della casa editrice Futabasha, dal 2010, in 5 volumi, completo. In Italia uscirà con queste caratteristiche: 13x18, B., 176 pp., b/n, con sovraccoperta al costo di 7,50 euro.

Non posso negare che la vicenda sia interessante: una classe intera viene coinvolta in un gioco quanto mai particolare. Una sera tutti ricevono un messaggio sul telefonino con un ordine da "accontentare" da parte di un certo "Osama". Si inizia naturalmente con cose da poco, quali dare un bacio ad una compagna di classe, cosa in sè fin anche "divertente". Ad un certo punto però iniziano ad accadere cose più spiacevoli: infatti due dei giovani che non eseguono un ordine entro le 24 ore, vengono trovati morti.

Il caso ahimè non c'entra: infatti un paio di giorni dopo un altro studente muore, sempre a causa del medesimo "gioco". Possibile ci sia qualcuno che desidera "sterminare" l'intera classe, e perchè?

Scriverei con più entusiasmo di questa storia se non fosse "una fra le tante" dopo Battle Royale. Il filone è sempre il medesimo: la suspance di chi resterà alla fine, il dubbio se degli studenti hanno ancora animo puro o sono letteralmente pronti a tutto pur di sopravvivere, se dei ragazzini sono disposti ad uccidersi gli uni con gli altri senza batter ciglio etc etc.

Purtroppo la risposta che viene data è: a parte quell'unica, rara eccezione di cuore puro, la maggior parte degli esseri umani, anche se ancora giovanissimi e non messi alla prova dalla vita, sono assolutamente capaci di fare di tutto e di più!

Visione pessimistica(o realistica?) della società moderna, Osama Game è un'opera che si legge facilmente per quanto riguarda la fluidità della trama, a fatica per quanto riguarda la severa riflessione che dovremmo fare riguardo ai contenuti.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.