ARTErnativa, Dentiblù fonde fumetto e guida culturale

Dentiblù ha avuto un'idea del tutto pazza ed originale lanciando la sua ARTErnativa.

arte

ARTErnativa è presentato come un libro che spiega l’arte… da capra a capra. Il 2 maggio sarà rilasciato in libreria questo albo che vuol essere una divertente e improbabile fusione tra fumetto e guida culturale. Non è un'idea facile da spiegare, visto che gli autori ed ideatori del libro (Alberto Ghè, Andrea Lombardo e Pablo Renzi) hanno voluto sperimentare un genere tutto nuovo, in grado di coinvolgere pseudo critici artistici in versione fumetti per illustrare a modo loro opere d’arte di ogni stile ed epoca. Il risultato è del tutto strambo e fuori di testa! Gli autori, infatti, hanno disegnato queste opere d'arte fraintendendole puntualmente, fornendo titoli e commenti del tutto fantasiosi, arrampicandosi sugli specchi nella speranza di assumere un tono dotto e colto, il tutto con una encomiabile nonchalance.

Per esempio, la loro Gioconda viene mostrata come un’intrusa paratasi davanti al sommo Leonardo mentre questi cercava di ritrarre un paesaggio. Sarà andata veramente così? Ovviamente no, ma è divertente questa interpretazione folle dei capolavori. Altro esempio pratico riguarda la testa del povero Oloferne che diviene preda soltanto di un’imbranata parrucchiera di nome Giuditta. Il tutto è trattato con un umorismo brillante e accessibile, pronto a sfruttare la farsa come strumento utile per trascinare l'attenzione del pubblico verso le opere d'arte reali.

Dentiblù vuole diffondere la cultura italiana, soprattutto tra i più giovani che sembrano distratti e che hanno bisogno di un po' di tranquilla ironia per abbracciare i capolavori di Leonardo, Caravaggio, Michelangelo e molti altri. La casa editrice ci tiene a precisare che "sebbene le interpretazioni siano del tutto surreali ed improbabili, la riproduzione dell’opera d’arte è assolutamente fedele all’originale, con tanto di autore, titolo e anno."

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.