La saga di Tex in onda sul canale Iris il 16 aprile alle 22.30

Il 16 aprile sarà una data che renderà felici gli appassionati di Tex e del buon fumetto.

tex bonelli

Infatti La saga di Tex finirà su Iris, il canale di cinema (visibile sul canale 22 del digitale terrestre). Verrà mandato in onda lo show intitolato "Storie di Cinema - La saga di Tex Willer", ovvero uno speciale di mezz'ora dedicato al Ranger della Sergio Bonelli Editore. Questo programma è veramente interessante, poiché ci sarà un'intervista al regista Giancarlo Soldi ( "Come Tex Nessuno Mai") e saranno messi in evidenza svariati di varie produzioni legate al personaggio, così da rivisitare tutta la saga dell'eroe bonelliano. Dunque, sintonizzatevi su Iris martedì 16 aprile, alle ore 22:30 (la replica verrà mandata in onda sabato 20 aprile, alle ore 15:15 e alle 22:40).

E' adesso necessario capire chi è Giancarlo Soldi (autore di documentari dedicati ai fumetti e film per il cinema come "Nero" scritto con Tiziano Sclavi), il quale ha voluto omaggiare Tex dopo la scomparsa di Sergio Bonelli attraverso "Come Tex... nessuno mai". Parliamo di un documentario costruito attraverso le interviste a Sergio Bonelli raccolte nel corso degli anni. Attraverso questa produzione Giancarlo Soldi ha parlato di Tex, un uomo leggendario che ancora oggi fa innamorare ogni generazione di lettori. In questo documentario ci sono anche gli interventi di personalità celebri come Bernardo Bertolucci, Milo Manara, Tiziano Sclavi e tanti altri autori, critici ed estimatori. Cliccate qui per avere altre informazioni sul documentario Come Tex... nessuno mai.

A proposito di Tex, volete sapere quanto vende Tex e se la serie a fumetti di questo eroe della Sergio Bonelli Editore è in salute? Leggetevi il nostro articolo intitolato Roberto Recchioni svela lo stato di salute dei fumetti in Italia, dove lo sceneggiatore analizza il panorama fumettistico italiano partendo proprio dal successo perenne del grande Ranger.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.