Diabolik, arrestato un suo fan con il vizio del furto

Tante volte abbiamo parlato delle imprese di eroi vestiti da Batman che hanno sorpreso tutti compiendo una buona azione.

mondadori

Il protagonista della giornata non è un supereroe, ma è uno dei più affascinanti ladri della Nona Arte: Diabolik. Il personaggio dell'Astorina si è visto scippare il nome da un 28enne di Massa Carrara, con il vizio di entrare nelle scuole e rubare, rilasciando dappertutto la firma "Diabolik" in onore del suo personaggio a fumetti preferito. Questo delinquente ha fatto di tutto per distinguersi, sin dai suoi primi colpi. Per rispettare quel senso di eleganza che appartiene al ladro creato nel 1962 da Angela e Luciana Giussani, il giovane ladro tentava di giustificare le sue azioni scusandosi per il disagio. Infatti, oltre alla firma "Dibolik", rilasciava su un bigliettino frasi come "scusate per il disagio ma lo faccio per necessità".

La giustizia deve trionfare sempre e non premia affatto iniziative originali di questo genere. Pertanto, questo fan scatenato di Diabolik è stato arrestato dalla polizia di Massa Carrara per aver commesso una serie di furti ai danni di alcuni istituti scolastici. Le sue imprese (ci teniamo ad attribuire a questo termine un senso negativo) sono state immortalate dalle telecamere delle scuole nelle quali si era addentrato. I filmati recuperati dalla polizia durante le indagini hanno confermato questa sua attitudine ad emulare il protagonista dei fumetti: passamontagna sul volto e tanti arnesi da scasso che sono stati poi sequestrati dopo la perlustrazione della sua abitazione.

Purtroppo gran parte della refurtiva è scomparsa! Avrà regalato tutti i beni preziosi alla sua Eva Kant? L'uomo, ha confermato alle forze dell'ordine, di amare Diabolik e di aver commesso i furti a causa della crisi economica che lo aveva messo a tappeto. Durante un interrogatorio ha parlato della sua passione fumettistica, spiegando nei dettagli alcuni particolari del suo travestimento, tutti presi in prestito dal Diabolik originale.

via | Adnkronos

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.