Godeath - La stirpe della dea, termina il seinen di Yuji Shiozaki

Godeath - La stirpe della dea, il seinen di Yuji Shiozaki giunge al termine: l'ultimo capitolo sarà pubblicato su Young King del 18 maggio

Godeath

Ci siamo: Godeath - La stirpe della dea di Yuji Shiozaki si avvia alla fine. Pubblicato in Italia da J-Pop, l'ultimo capitolo di questo seinen/action verrà pubblicata sul numero di luglio di Young King, in vendita già dal 18 maggio. Ricordiamo che la serializzazione di questo fumetto era iniziata nel 2009 sul mensile di Shonen Gahosha e alla fine sarà formata da tre volumi, l'ultimo arriverà in Giappone il 24 giugno.

La trama di Godeath - La stirpe della dea di Yuji Shiozaki, noto anche per Ikkitousen, racconta la storia di Maria, una ragazza molto bella e prosperosa con un carattere assai taciturno e chiuso. L'ambientazione è quella della Napoli del Settecento: qui Maria frequenta un normale collegio per ragazze, dove studia canto.

Ma Maria è molto di più di quello che sembra. In realtà la studentessa Maria è solo la facciata di Maria l'assassina, un Homunculus non umano al servizio della Massoneria. Fra i suoi simili è nota come la dea della morte Godeath, è una leggenda fra gli altri sicari in quanto è stata creata a partire dal sangue del Conte di Saint Germain, un vampiro leggendario.

La storia si dipana fra intrighi e complotti che vedono contrapporsi da una parte la Massoneria e dall'altra la Chiesa. La Massoneria in questa lotta senza quartiere sfrutta gli Homunculus, esseri dotati di una forza e di una capacità rigenerativa sovrumana. Ma cosa succede quando i ricordi creduti sopiti della Maria umana cominciano a tornare a galla? I ricordi cominciano a tornare quando vede un altro Homunuculus dall'aspetto di ragazzina nel quale Maria rivede sé stessa. Si affezionerà a questa ragazza e deciderà di salvarla, mettendosi contro i suoi alleati di sempre e rischiando anche la vita.

Diciamo che Godeath è un seinen destinato ad un pubblico decisamente più adulto, in quanto qui ritroviamo il classico tratto di Yuji Shiozaki, fatto più che altro di prosperosi corpi femminili, fasciati da abiti che si distruggono ogni due vignette e anche di mutandine messe sempre in bella vista. Avete presente Battle Club e Ikkitousen? Ecco, qui è ancora peggio, anche se il tratto è quello sempre caratteristico del maestro.

Da segnalare poi come J-Pop abbia presentato il primo volume di Godeath - la stirpe della dea in una speciale edizione a tiratura limitata dal titolo Killer Instinct Edition, venduta in esclusiva al Lucca Comics: ce ne erano solamente 200 esemplari.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.