Spoiler capitolo 422 di Bleach

Spoiler capitolo 422 di Bleach

Niente Naruto questa settimana ma, oltre a One Piece, abbiamo anche gli spoiler di Bleach! Tite Kubo sembra aver "concluso" un ciclo ma, probabilmente, questo capitolo potrebbe essere il preludio a qualcosa di ancor più grosso! Ovviamente ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il riassunto del capitolo 421 e gli spoiler (confermati e con immagini) del capitolo 422.

Riassunto capitolo 421:

Ormai Ichigo non può più tornare indietro: diventando egli stesso Getsuga, il ragazzo ha deliberatamente perso tutti i suoi poteri da shinigami per poter, grazie al Getsuga Tenshou Finale, porre fine al combattimento tra lui ed Aizen...combattimento che, in un modo o nell'altro, ha segnato le sorti del ragazzo dai capelli arancioni...

E, con un colpo di immane potenza, Ichigo/Getsuga "investe" in pieno Aizen che, davanti alla mole nera d'energia, sembra "inerme" come non mai. Ichigo/Getsuga è ora solo e, poco alla volta, il ragazzo "perde" la trasformazione in Getsuga diventando, passo dopo passo, il "solito" Ichigo. Ma c'è qualcosa che non va: Ichigo scopre che Aizen è ancora vivo e, seppur gravemente ferito, il nemico riesce ancora a rigenerarsi ad una buona velocità! E, quando ormai la trasformazione in Getsuga è completamente "svanita" ed i suoi poteri come shinigami stanno velocemente sparendo, Ichigo si "inginocchia" davanti ad un rigenerato Aizen che, tronfio, annuncia la "sconfitta" del giovane ex-shinigami...

Aizen, mostrando ad Ichigo che la Kyoka Suigetsu sta sparendo, dice al ragazzo che sta per avvenire qualcosa che lui dovrebbe capire "al volo": l'Hougyoku ha deciso che la zampakuto di Aizen "non serve più" e, così come Ichigo a fatto con Zangetsu, anche lui si fonderà "completamente" all'artefatto diventando ancora più potente! Ma, proprio nel mezzo della risata "sguaiata" di Aizen ai danni di Ichigo, una specie di lancia d'energia compare dal petto del nemico. Aizen capisce subito che si tratta di un Kidou e, proprio quando le lance sembrano diventare tre, alle spalle dell'ex-capitano del Gotei 13 appare una vecchia conoscenza...è Urahara!

Kisune Urahara è giunto nella "vera" Karakura Town e, invece di chiedergli come mai è qui, Aizen domanda al vecchio capitano della sezione scientifica della Soul Society se quel Kidou è "opera sua". Urahara risponde affermativamente e, prima che Aizen possa chiederglielo, lo shinigami spiega cosa sta succedendo: quando Aizen ha effettuato una delle sue prime trasformazioni, Urahara ha approfittato di quell'istante in cui il nemico era maggiormente disattento per poter inserire questo Kidou in un altro Kidou da lui lanciato in quel preciso momento! Urahara aveva previsto che Aizen, dopo aver "assorbito" l'Hougyoku, sarebbe diventato troppo potente e così, tutto da solo, ha elaborato un Kidou che gli permetterà di "sigillare" il nemico per sempre. Ma Aizen dice a Urahara che il suo Kidou è fallito perché, proprio ora, l'Hougyoku ha "deciso" di farlo diventare ancora più potente. Ma qualcosa sembra non andare in Aizen...

Le "lance di energia" del Kidou di Urahara stanno provocando in Aizen un effetto molto particolare: nonostante Aizen abbia affermato che l'Hougyoku vuole farlo diventare più potente, il corpo dell'ex-shinigami sta "regredendo" gradualmente, facendolo ritornare l'Aizen "pre-assorbimento" dell'artefatto. Il nemico non riesce a capire cosa sta succedendo e così, Urahara, si permette di esporre ad Aizen quella che è la sua analisi...ovvero che l'Hougyoku sta cominciando a "rigettare" il suo proprietario! Aizen non riesce a credere che tutto il suo potere stia svanendo così in fretta e Urahara, per nulla turbato, dice al nemico che ormai la volontà dell'Hougyoku ha preso la sua decisione anche perché, se non si fosse indebolito, il Kidou/sigillo non si sarebbe mai attivato. Aizen maledice e disprezza Urahara perché, a suo dire, è inammissibile che essere con l'intelligenza di Kitsune si è sempre piegato ai voleri di "quella cosa". Urahara, seppur solo a parole, si dimostra "sorpreso" nell'apprendere che anche Aizen conosce lo "spirito reale" che, a detta dello shinigami, altro non è se non la "colonna portante" della Soul Society!

Urahara ripete ad Aizen che lo "spirito reale" è indispensabile per la sopravvivenza della Soul Society ma il nemico, che sta per essere risucchiato dal potente Kidou/sigillo, non sembra per nulla d'accordo con l'interlocutore: Aizen pensa che quella di Urahara sia una "logica da perdente" perché, piuttosto che pensare a come il mondo "è", un vincente pensa a come il mondo "dovrebbe essere". Ma, proprio mentre sta per esclamare la sua ultima parola, Aizen viene sigillato dal Kidou di Urahara che, dopo aver "assorbito" il nemico, diventa una specie di "fusione" tra tre lance...

Spoiler capitolo 422:

Mayuri avverte gli altri che il Senkaimon potrebbe essere pericoloso da utilizzare quindi, "schiavizzando" i suoi sottoposti, il capitano della sezione scientifica decide di usare un altro metodo per poter tornare alla Soul Society...

Unohana ha finito di curare tutti i Vizard feriti ma, ovviamente, ha perso molto tempo per curare Hiyori che, come ricorderete, è stata letteralmente "tagliata in due" da Aizen. Lisa e Shinji ringraziano Unohana per tutto quello che ha fatto per loro e per Hiyori ma la donna, molto calma e rilassata, dice loro che non devono "fare così" : loro sono "nakama" e, per questo, non c'è alcun bisogno di essere così "formali" con lei.

Il "passaggio" creato da Mayuri funziona e così, da una specie di Senkaimon, escono Byakuya e Kenpachi che, a quanto pare, hanno sconfitto il pericoloso Yammi. Notando le profonde ferite che i due riportano, la squadra medica decide di intervenire per curarli e, quando uno di loro chiede com'è andato il combattimento, Kenpachi risponde dicendo che è stata "una noia mortale"!

Yammi, che si trova nell'Hueco Mondo, è steso a pancia in giù, sconfitto. Il cane/hollow si avvicina a lui abbaiando e scodinzolando e, svegliato dal rumoroso "animale", Yammi apre gli occhi. L'enorme Espada domanda al cane "cosa diavolo ci fa qui" ma, ormai giunto alla sua ora, Yammi chiude definitivamente gli occhi...

Ichigo, che sembra un po' "perso", chiede a Urahara se cancellerà la memoria dei compagni anche questa volta. Urahara dice che non lo farà ed Ichigo, sollevato, risponde dicendo che si è "davvero stancato" di nascondersi agli occhi degli altri. Urahara, soddisfatto, dice ad Ichigo che andrà ad informare i 48 del combattimento con Aizen e della sua sconfitta ma, a sentir parlar di ciò, il ragazzo non sembra molto felice. Urahara, notando il disagio del ragazzo, gli chiede come mai si sente così ed Ichigo, pensieroso, risponde dicendo che forse l'Hougyoku non ha respinto Aizen: ricordando le parole del padre, Ichigo fa presente ad Urahara che l'Hougyoku "confonde il cuore delle persone" e, dopo aver combattuto con Aizen, il ragazzo ricorda perfettamente l'enorme "tristezza" che la spada del nemico portava con se...

Ma, proprio nel mezzo del discorso con Urahara, Ichigo viene chiamato da Renji, Orihime (che sta piangendo), Ishida, Chad e Rukia. Orhime, con i "lacrimoni" che sgorgano dagli occhi, dice agli altri che Ichigo non poteva essere "quell'uomo con i capelli neri" e, rassicurata, la ragazza chiede all'amico se sta bene. Ichigo dice a tutti che sta benissimo e che è felice di vederli ma, all'improvviso, il ragazzo sembra avere qualcosa che non va e, misteriosamente, il giovane "collassa" davanti agli occhi degli amici!

Spoiler capitolo 422 di Bleach
Spoiler capitolo 422 di Bleach
Spoiler capitolo 422 di Bleach
Spoiler capitolo 422 di Bleach
Spoiler capitolo 422 di Bleach
Spoiler capitolo 422 di Bleach
Spoiler capitolo 422 di Bleach

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.