Avatar secondo Leo Ortolani - Avarat

avarat

Gli alieni non sono omini verdi, ma sono un po' blu e un po' color topo secondo Leo Ortolani!

Direttamente dall'ultima newsletter Panini Comics, scopriamo che dicembre 2010 sarà un mese che farà impazzire di gioia i fan di Leo. L'autore di Ratman (uno dei fumetti italiani più amati degli ultimi 10 anni, campione d'incassi per la Panini) ha preparato la conclusione del “colossal” Avarat! Avarat 2 sarà inserito nel numero 72 della collana Special Events (che sarà rilasciato il 16 dicembre ed avrà le seguenti caratteristiche: 16 dicembre | 29x19, S., 48 pp., b/n | Euro 6,00).

Avarat è un fumetto che possiamo definire la parodia di Avatar, il film che meno di un anno fa lasciò a bocca aperta il mondo, stracciando ogni record ed arrivando ad incassare cifre che si preferisce non commentare. Avarat non sarà riadattato in 3d, ma conserverà tutti gli elementi che hanno fatto del film originale un successo e qualcosa in più: “Armi tecnologicamente avanzate! Cannoni al plasma! Navi stellari da ricchi, con tanto di campo da golf per chi ama dedicarsi alla confezione di questo famoso capo d’abbigliamento! E vasche idromassaggio di nuova concezione, senza bolle ma con due ragazze in ogni vasca”. Nel fumetto di Ortolani conoscerete Oloturia (Avarat, in lingua Nadalè) che si impegnerà con tutte le sue forze a difendere il popolo di Albero-Casa contro gli invasori provenienti dal pianeta Terra. Ecco un passaggio della presentazione ufficiale dell'opera: “Quattro indigeni con arco e freccette possono fermare tutta questa tecnologia? Ma nemmeno se piangono in cinese! Però c'è sempre Avarat con loro, e forse non tutto è perduto, poiché grazie al legame un pianeta potrebbe ribellarsi! E se credete a questo, siete pronti per andare ad abbracciare gli alberi o per fare un corso di Reiki”.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

2 commenti Aggiorna
Ordina: