Spoiler capitolo 601 di One Piece

Spoiler capitolo 601 di One Piece

Ed eccoci qui a parlare, come ogni giovedì, del nuovo capitolo di One Piece uscito su Weekly Shonen Jump! La "fame" dei fans di One Piece sta per essere colmata e, sicuramente, dopo i prossimi due capitoli Eiichiro Oda ci "introdurrà" verso quello che tutti stiamo aspettando! Ricordiamo a tutti i lettori dell’edizione italiana di One Piece di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire dei nostri spoiler.

Dopo il salto troverete il riassunto del capitolo 600 e gli spoiler (con immagini) del capitolo 601.

Riassunto capitolo 600:

Chopper sta correndo all'impazzata all'interno del Grove 35 urlando, con tutte le sue forze, il nome di Robin. La piccola renna è distrutta: come mai i suoi amici, che si son sempre presi cura gli uni degli altri, hanno improvvisamente deciso di lasciare Robin al suo destino? Cosa sarà successo in questi due anni?

E, mentre la renna è nella sua trasformazione "animale" una voce, molto familiare, lo riconosce e lo chiama a se: è Usopp! I due amici si ritrovano dopo due anni e, nel vederlo cresciuto così tanto, Usopp dice a Chopper che sarà "ancor più comodo" da cavalcare! Anche Nami si avvicina a Chopper e, appoggiando la testa al muso della renna, si "struscia" un po' notando la "morbidezza" del pelo dell'amico. Chopper, guardando Nami, la "confronta" con il falso che ha visto poc'anzi e, tutto preoccupato, dice agli amici che Robin è stata rapita dal Governo Mondiale e che lui sta facendo di tutto per cercarla. Ma, dopo essere saliti su una moto/gommone molto particolare, Usopp e Nami spiegano a Chopper che quelli altri non sono che "falsi" Mugiwara! E, per avvalorare la sua affermazione, Nami dice a Chopper una cosa semplicissima: Robin è riuscita a sfuggire al Governo Mondiale per oltre vent'anni e, ora, si sarebbe fatta catturare in una maniera così "banale"? Chopper ci riflette un po' e nota che effettivamente "quella Robin" era molto strana e, arrabbiata, la renna non si capacita del perché alcuni loschi individui hanno assunto le loro identità. Poi però ci riflette e pensa al fatto che loro, effettivamente, sono "famosi" e, imbarazzato, Chopper arrossisce al pensiero d'essere una persona "importante". Nami spiega che è stato Rufy a dare a loro la "fama" e Chopper, sempre rosso in viso, pensa che adesso dovrà imparare a fare una firma "carina" per gli autografi. Usopp dice che lui ha già pensato a una firma mentre Nami, un po' contrariata, spiega agli amici che non sono famosi in maniera "positiva"...

Intanto, nel Grove 40, i falsi Zoro e Sanji stanno correndo a più non posso per cercare di rintracciare il vero Chopper: i due hanno detto al falso Rufy di averlo "recuperato" mentre la falsa Robin è stata rapita e, ora che lo sa, il capitano vuole a tutti i costi che Chopper faccia parte della loro ciurma. Ma, per quanto lo cerchino, i due non riescono proprio a trovarlo ma, da lontano, i pirati scorgono lo zaino enorme del "tipo" che ha attaccato il loro capitano...ovvero Rufy! I due pensano di portarlo con loro e Rufy, che nel frattempo si è messo i baffi finti e il nasone che gli son stati regalati da Boa, li guarda con un'aria un po' perplessa...

I veri Zoro e Sanji sono invece al Grove 41 e, seccato, lo spadaccino dei Mugiwara dice al cuoco che vuole tornare al porto per pescare. Sanji, furioso, dice al compagno che non andrà proprio da nessuna parte perché, lasciandolo solo, Zoro potrebbe nuovamente perdersi e loro dovranno ritardare ulteriormente la loro partenza da Sabaody. Zoro dice a Sanji che "il settimo" sta facendo la predica "al primo" riferendosi, ovviamente, all'ordine in cui sono arrivati i due a Sabaody. Sanji, che ormai ha quasi perso il controllo, dice a Zoro che non è "normale" metterli in ordine d'arrivo perché, e di questo non se ne capacita, uno "zuccone" come lo spadaccino ha avuto la "fortuna" di arrivare primo sull'isola. Ormai il litigio è arrivato ai livelli che ben conosciamo e i due, come al solito, si minacciano reciprocamente...

Nel frattempo, al Grove 46, un giovane Marines sta comunicando ai suoi superiori che i pirati assoldati da "Cappello di paglia" si stanno riunendo tutti li. E, tra i tanti "novellini", spuntano anche due pericolosi ricercarti: "Capello unto" Cariboo e suo fratello "Koriboo il sanguinario"! Il Marines dice che saranno dei "guai seri" se tutti questi pirati si uniranno a "Cappello di paglia" ma, mentre sta ancora comunicando con la base, Cariboo scopre dove si sta nascondendo il giovane militare! Spostata con un braccio solo la roccia dove si stava nascondendo il Marines, Cariboo chiede al ragazzo se stava comunicando con i suoi "vecchi amici" della Marina e, rivolgendosi al fratello (che sta guardando da tutt'altra parte), "Capello unto" dice che questa piazza si macchierà del sangue del giovane milite. Ma Koriboo non sta per niente guardando suo fratello e, scusandosi sempre, questo da l'impressione di essere un po' tonto. Infatti Cariboo lo sgrida in malo modo dando così, al Marines, l'opportunità di raggiungere con la mano la sua spada. Ma Cariboo se ne accorge e, con una lancia, trafigge il giovane militare dicendo che questo "non è funny"! Gli altri pirati sanno benissimo che Cariboo è conosciuto come "l'ammazza marines" e, ancora una volta, il "novellino" ha dato prova della sua ferocia dinnanzi a tutti. Chiedendo "perdono" per il marines che ha "osato" puntare un arma contro di lui, Cariboo dice al fratello di seppellire vivo il giovane militare e così, sempre chiedendo scusa al fratello, il grasso pirata inizia a scavare una piccola tomba...

A fermare la "follia" dei due fratelli assassini è il falso Rufy che, insieme alla sua falsa ciurma, sale su di un punto della piazza abbastanza alto proclamandosi per quello che non è: il pirata "Cappello di paglia"! La folla lo acclama a gran voce e, tronfio come non mai, il falso Rufy "ordina" tutti i pirati li presenti come membri ufficiali della sua ciurma. E, per "aizzarli" ben bene, il falso Rufy si auto-proclama come il prossimo "Re dei Pirati" e, ovviamente, tutti i pirati che fanno parte della sua nuova ciurma saranno ricordati come i suoi "compagni". I pirati paiono apprezzare le parole del falso Rufy che, adesso, chiede ai suoi nuovi sottoposti un favore molto importante: ci sono dei "novellini" che hanno osato sbeffeggiarlo pubblicamente e lui, come "prova di fiducia", vuole che loro gli diano la caccia. Ovviamente i pirati non se lo fanno dire due volte e, con un urlo d'approvazione, i manigoldi promettono al falso Rufy che acciufferanno gli "stupidi" che l'hanno reso ridicolo. Ma il falso Rufy non sa che i "suoi" Zoro e Sanji hanno con loro il vero "Cappello di paglia" che, così come Chopper prima di lui, crede che quelli che lo stanno accompagnando sono in realtà i suoi compagni. I falsi Zoro e Sanji sembrano non aver riconosciuto Rufy (il "travestimento" pare che funzioni) ma, sentendo che questo li ha chiamati per "nome" e che non riconosce in loro le caratteristiche fisiche dei veri Mugiwara, evitano di parlare al ragazzo per non infondere in lui ulteriori dubbi. E così, camminando camminando, i tre arrivano proprio davanti al falso Rufy che, ancora un volta, dovrà fare "i conti" con il vero capitano dei Mugiwara!

Si respira lo steso clima "pesante" anche al Grove 33 dove, il buon Brook, sta inscenando quello che dovrebbe essere il suo ultimo concerto. E, a quanto pare, le cose per Brook si stanno per mettere male: la Marina ha scoperto che egli era il capitano dei Rumba Pirates e, armati di fucile, i militari irrompono nell'arena proprio mentre Brook sta per concedere l'ennesimo bis ai tanti fans accorsi per sentirlo suonare. I Marines mostrano a tutti la taglia di Brook e, per "rimarcare" il fatto che il "Re del Soul" è un criminale, i militari dicono a tutti che il loro idolo è in "combutta" con Rufy "Cappello di paglia"! Il pubblico ci rimane malissimo mentre, sul palco, il manager braccia-lunghe di Brook lo minaccia con una pistola, dicendogli che è rimasto davvero "shockato" quando ha detto di volersi ritirare dopo questo concerto e, dopo aver avvisato i Marines, l'infido personaggio riscuoterà la taglia come "risarcimento" per i sound-dial che non riusciranno più a vendere. Brook, calmissimo, chiede ai ballerini e ai musicisti della sua band di accompagnarlo per un'ultima canzone e, dopo aver ringraziato anche il manager, lo "scheletro canterino" annuncia al microfono una verità devastante: Rufy "Cappello di paglia" è ancora vivo e, con la sua ciurma, salperà da Sabaody alla conquista del "Nuovo Mondo"! La gente è in visibilio e, per quest'ultima canzone (che ovviamente è dedicata ai Mugiwara e al suo capitano), Brook chiede ai suoi fans di "supportarlo" con tutto il loro calore. E il pubblico, rapito dal "Re del Soul", accetta con entusiasmo la richiesta di Brook, arrivando addirittura a fermare i Marines che vogliono andare ad arrestare il pirata! Brook "inforca" la chitarra e si prepara quindi a suonare la sua ultima canzone che, ovviamente, si chiama "Nuovo Mondo"!

Intanto Usopp, Nami e Chopper sono arrivati al Grove 17 e, a bordo della Sunny, ritrovano Nico Robin e Franky. Chopper e Usopp, vedendo le modifiche "estreme" che Franky ha apportato al suo corpo, chiedono al cyborg cosa ha "combinato". I ragazzi sono ultra eccitati ma Usopp, vedendo che le braccia sono diventate "troppo grosse per i lavori di carpenteria", chiede a Franky come farà ad operare sulla Sunny con quegli arti. Ma Franky non da neanche ad Usopp il tempo di finire la frase che, dalla "manona", spunta fuori un'altra mano...ma più piccola! E mentre Franky mostra a Usopp e Chopper (eccitatissimi) le altre modifiche "super" che ha effettuato (tra cui una strambissima che fa ricrescere i capelli del cyborg spingendogli il naso per tre secondi), Nami chiede a Robin se anche lei è interessata a tutti i cambiamenti che l'amico ha effettuato al suo corpo in questi due anni. Robin, ridendo, dice che non sa a cosa pensare e, mentre le due scambiano quattro chiacchiere, Usopp chiede a Franky se può mostragli le sue nuove armi. Il cyborg non dice di no ma, per "completezza", vorrebbe che ci fosse anche Rufy per mostrarsi "al meglio" di se. Intanto, mentre tutti chiacchierano, Rayleigh e Shakky salgono, frettolosamente, sulla Sunny...

Shakky dice a tutti che i Marines hanno intenzione di attaccare i loro "falsi" e, per esserne ancor più sicura, la donna ha addirittura intercettato le comunicazioni dei Marine! Fortunatamente Shakky è riuscita a contattare ed avvisare anche Brook (ecco cosa stava facendo lo scheletro prima della sua ultima canzone) che, a quanto pare, dovrebbe arrivare al Grove 17 a momenti. Franky dice che l'amico "ha ossa" (in pratica ha detto che "ha fegato") e che, ora, sono finalmente sicuri che anche Brook tornerà a far parte dei Mugiwara. E mentre Shakky spiega a tutti la situazione Reyleigh, chiedendo a Nami se è la navigatrice e ottenendo un "si" come risposta, si offre di insegnare alla ragazza come manovrare la Sunny "rivestita". Usopp, che non aveva seguito bene il discorso, dice a Rayleigh che non possono partire senza Rufy e così, il "Re Oscuro", svela a tutti che l'amico e capitano dei Mugiwara è arrivato anch'egli a Sabaody!

Tutti sono felici nel sapere che Rufy è arrivato a Sabaody e Franky, previdente, avvisa gli altri che ha lasciato a Sanji un "lumacofono" per le comunicazioni d'emergenza. Shakky dice che devono sbrigarsi anche perché, da un momento all'altro, i Marines potrebbero arrivare a circondare l'arcipelago. Fortunatamente Rufy sta seguendo le loro Vivre card e così, previdente, Shakky ridà a tutti le preziose "carte". Rayleigh invece dice a Nami di portare la nave al Grove 42 che, essendo difronte all'oceano, è il punto dell'arcipelago migliore da cui partire. Quindi, adesso, l'appuntamento "della vita" dei Mugiwara si sposta proprio li...

Spoiler capitolo 601:

La confusione regna sovrana al concerto di Brook che, dopo aver finito l'ultima canzone, viene recuperato "al volo" da uno dei Tobiuo Riders!

Sanji viene contattato al lumacofono da Shakky che, avvisato il ragazzo del pericolo, gli rivela il punto esatto dove si incontreranno con il resto della ciurma. Sanji comunica tutto a Zoro ma, nel farlo, usa frasi brevi e scandite come se stesse parlando ad un bambino. Zoro se ne accorge e si arrabbia ma, quando capiscono che la Marina è sulle loro tracce, i due cominciano a correre verso il Grove 42. Però Zoro nota che c'è "del putiferio" che viene dalle parti del Grove 46 e, insieme, decidono di andare a controllare...

I finti Zoro e Sanji consegnano il vero Rufy nelle mani del loro capitano che, troppo vigliacco per combattere, chiede a Cariboo e Koriboo di occuparsi di lui. Questi ignorano gli ordini del finto Rufy perché, proprio mentre stanno parlando, la piazza viene circondata dai Marines! Inizia una lotta furiosa tra i pirati e i militari e, nella confusione generale, Rufy prova a "defilarsi" senza farsi notare. Il più "inguaiato" è il finto Rufy che, trovatosi al cospetto di Sentomaru, dice all'assistente del dottor Vegapunk che lui è "Cappello di paglia" e che su di lui pende una taglia di 40o milioni di Berry. Ma Sentomaru non si lascia ingannare: quello non è il vero Rufy "Cappello di paglia" e, con una "mazzata", stende il criminale senza tanti problemi (inoltre i Pacifista identificano il finto Rufy che, in realtà, si chiama DeMaro Black "Tre-lingue")...

I pirati capiscono che DeMaro Black li ha ingannati mentre Sentomaru, che sembra molto informato, capisce che il vero Rufy è sicuramente nelle vicinanze. Ed infatti i Pacifista riescono ad identificare anche il ragazzo che, avendo perso i baffi finti, viene scoperto con facilità dai robot. Ne scaturisce una lotta molto furiosa dove Rufy, grazie al Gear Second e all'Haki, riesce a far fuori uno dei Pacifista senza troppi problemi. Capito che la situazione si sta facendo "bollente", Rufy prova a scappare a sua volta anche perché, furioso, Sentomaru continua a ripetere che non lo lascerà fuggire da Sabaody. Fortunatamente Zoro e Sanji riescono a vedere il "casino" che ha combinato Rufy e, finalmente, i tre Mugiwara si riuniscono dopo ben due anni! Ma non c'è tempo per i convenevoli perché, dal nulla, due Pacifista provano ad attaccare i pirati...

Zoro affetta con facilità un Pacifista mentre Sanji, con uno dei sui calci, mette K.O. un robot senza troppi problemi. I tre decidono quindi di fuggire assieme e, mentre stanno scappando in direzione del Grove 42, Rufy scorge Rayleigh "appollaiato" su di un albero. Il "Re Oscuro" voleva intervenire ma, come ha potuto vedere egli stesso, Rufy ha fatto dei progressi "niente male". Il ragazzo è felice di sentire le parole di Rayleigh e, alzando il pugno in aria, Rufy promette al suo sensei che diventerà presto "il Re dei pirati"! Il capitolo finisce con le lacrime di Rayleigh...

Spoiler capitolo 601 di One Piece
Spoiler capitolo 601 di One Piece
Spoiler capitolo 601 di One Piece
Spoiler capitolo 601 di One Piece
Spoiler capitolo 601 di One Piece
Spoiler capitolo 601 di One Piece
Spoiler capitolo 601 di One Piece
Spoiler capitolo 601 di One Piece
Spoiler capitolo 601 di One Piece
Spoiler capitolo 601 di One Piece

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

8 commenti Aggiorna
Ordina: