Spoiler capitolo 514 di Naruto

Spoiler capitolo 514 di Naruto

Capitolo importante questo di Naruto! Masashi Kishimoto si prendere una settimana di pausa per "riorganizzarsi" e rimettere apposto le idee che, dopo questo capitolo, devono essere sicuramente "incastrate" ben bene per evitare che la trama si "affievolisca". Ricordiamo a tutti i lettori dell’edizione italiana di Naruto di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il riassunto del capitolo 513 e le indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 514.

Riassunto capitolo 513:

Lo Tsuchikage applica dei sigilli sulle gambe di Akatsuchi che, felice come un bambino, non vede l'ora di "tornare a volare". Ed infatti è proprio a quello che serve il sigillo del vecchio Oonoki: tramite un piccolo sigillo, pare che lo Tsuchikage possa "donare" ai suoi alleati la capacità di volare! E mentre Akatsuchi svolazza felice, la severa Kurotsuchi dice al compagno di "smetterla di comportarsi come un bambino" perché, come ben sa anche il ragazzo, non stanno andando a fare una missione "di piacere"...

Intanto, sull'uccello d'argilla, Kabutomaru applica su Deidara un sigillo (tramite un kunai "impiantato" dietro la testa) che, rispetto a quello "originale" di Orochimaru, permette al "resuscitato" di non essere completamente "controllato" dall'evocatore. Kabutomaru dice a Deidara che egli non capisce la sua "arte" e ne lo conosce bene ma il resuscitato nukenin, che sembra aver preso "possesso" di se stesso, ringrazia il suo evocatore perché ora potrà, essendo nuovamente in vita, superare quello che lui definisce il suo ultimo "capolavoro". Ma Kabutomaru dice che la gente non ha associato la sua ultima "creazione" ad un capolavoro e Deidara, seccato, risponde dicendo che solo "un particolare tipo di persone" possono apprezzare appieno la sua "arte"!

Nel frattempo, sull'isola/tartaruga, Naruto sta cercando di radunare tutti gli animali della foresta per poterli catalogare. Bee però non sembra molto interessato e, più che aiutare, lo shinobi di Kurokagure si mette a giocare a morra cinese con un granchio! Naruto sgrida Bee e, seccato, ordina ad entrambi di mettersi "in fila indiana" come stanno facendo tutti gli altri animali. Motoi, Aoba (il ninja sensitivo) e Yamato osservano Naruto che raduna tutti gli animali dell'isola in una grotta e, secondo loro, l'idea di far pensare al ragazzo che la sua missione è quella di studiare l'ecosistema della "fortezza mobile" è stata davvero azzeccata. Inoltre, così facendo, Naruto sta portando gli animali al sicuro, risparmiando alle bestie la terribile esperienza di una "guerra" (si riferiscono ad un probabile attacco dell'Akatsuki) sul guscio della tartaruga. Ed è questo quello che si augura Yamato...che Naruto possa sempre pensare che quello che sta facendo è una missione anche perché, se venisse a sapere la verità, il ragazzo andrebbe sul campo di battaglia in un batter d'occhio...

Kabutomaru e Deidara stanno scandagliando la zona segnalata da Kisame e, mentre osservano il mare, alla sinistra del nuovo membro dell'Akatsuki compare, a gran velocità, il vecchio Oonoki! L'anziano Kage non ci pensa due volte e, senza farsi "troppi problemi", è riuscito ad effettuare un attacco a sorpresa che ha letteralmente lasciato "a bocca aperta" Kabutomaru. Ma il pugno dello Tsuchikage è troppo debole e, accortosi di ciò, Kabutomaru prende a "sfottere" il vecchio Oonoki. Ma il Kage si accorge subito che quello non è il "vero" nemico (rassicurandosi del fatto che non è neanche Madara ma solo uno dei suoi "scagnozzi") e, ancor più sorpreso, lo Tsuchikage chiede agli avversari "che diavolo ci fa Deidara qui". Kabutomaru si complimenta con il Kage: essi non sono i "veri" nemici ma, come appunto ha "percepito" il vecchio Oonoki, sono soltanto dei "pericolosi" cloni d'argilla. Ed infatti, mentre la figura di Kabuto scompare, quella di Deidara "agguanta" lo Tsuchikage mentre quello vero, da un uccello d'argilla che si trova più indietro rispetto a quello attaccato dal Kage, pronuncia la famosa frase "d'attivazione" dell'esplosivo: Katsu! L'esplosione dell'uccello è fortissima e, a quanto pare, lo Tsuchikage è stato "travolto" dalla deflagrazione...

Sempre sull'isola/tartaruga, Naruto si trova davanti ad un problema molto delicato: un armadillo gigante, appallottolatosi dalla vergogna, non vuole dire al ragazzo se è maschio o femmina! Naruto chiede aiuto a Bee che, di tutta risposta, intona un rap per spiegare al ragazzo che quell'armadillo è sempre stato un timidone e che sarà molto difficile chiedergli con esattezza il suo sesso. Naruto sgrida Bee dicendogli che la sua missione è quella di catalogare tutto quello che si trova sull'isola e così, un po' "interdetto", lo shinobi di Kumogakure intona un altro rap con il doppio intento di "calmare" il ragazzo e di convincerlo a classificare "sommariamente" l'armadillo come femmina. Ma Naruto nota che le scaglie sull'armatura del mammifero indicano chiaramente la parola "maschio" e, ancora una volta, il ragazzo prega Bee di chiedere all'armadillo il suo sesso. Bee si lascia convincere e così, dopo una "chiacchierata" con l'armadillo, lo shinobi riferisce quanto detto dall'animale: informazione riservata! Naruto va su tutte le furie e, inviperito, il ragazzo ricorda a Bee che questa è una missione di livello S. Bee, puntando il dito contro il ragazzo, intona un rap per spiegare a Naruto che "non tutti sanno se sono maschio o femmina" e, proprio mentre lo shinobi sta "rappando", qualcosa "di grosso" sta nuotando velocemente verso l'isola. L'unico che sembra accorgersi di questa cosa è Motoi e Aoba, vedendo il viso dello shinobi corrucciato, chiede preoccupato all'alleato di Kumogakure "cosa sta succedendo"...

L'esplosione di Deidara non ha lasciato niente dietro di se ma, da dietro a una nuvola, spuntano lo Tsuchikage e i suoi due giovani shinobi. Deidara e Kabutomaru capiscono che lo Tsuchikage ha usato il loro stesso trucchetto creando, invece che dei cloni d'argilla, un suo clone fatto di roccia. Kurotsuchi è meravigliata nel vedere Deidara ancora vivo anche perché, a quanto ne sa la ragazza, egli è morto in una "grande esplosione". Akatsuchi, contrariamente a Kurotsuchi, sembra felice di vedere che Deidara sta bene e lo Tsuchikage, preoccupato, dice al giovane compagno che quello potrebbe essere un clone d'argilla con l'anima del vero Deidara. E, irritato, il vecchio Oonoki dice che, anche da morto, Deidara riesce sempre a farlo "imbestialire": come mai è tornato in vita dopo esser stato sconfitto in maniera così "disonorevole" da un "ragazzino ribelle" di Konoha? Per gettare fango sul buon nome del Villaggio della Roccia?

Deidara risponde arrabbiato alle accuse di Oonoki dicendogli che egli ha ucciso Sasuke e che il prossimo sarà lui che, a detta del redivivo nukenin, altro non è che un "ammasso di rughe che non apprezza l'arte"! Oonoki capisce che Deidara non sa niente di quello che sta succedendo (probabilmente l'ha capito quando Deidara ha escalamato d'aver ucciso Sasuke) e, innervosito da questa situazione grottesca, lo Tsuchikage dice ai due nemici che li catturerà personalmente. Kabutomaru dice allo Tsuchikage che la sua tattica di "distrazione" non funziona con loro perché, essendo persone "accorte", i due avevano già calcolato tutto in modo da potersela prendere "comoda". Oonoki non capisce l'ultima affermazione di Kabutomaru ma, a quanto pare, sta per succedere qualcosa di molto importante...

Ed infatti, proprio mentre lo Tsuchikage sta parlando con i nemici, Motoi rileva la presenza del nemico che, questa volta, ha la forma di un enorme serpente! Ma il rettile non mira a Naruto o a Killer Bee ma, piuttosto, preferisce mordere la coda dell'enorme tartaruga/isola che, ovviamente, urla dal dolore. E quelle stesse urla vengono udite da Kabutomaru che, congedatosi rapidamente dallo Tsuchikage, ordina a Deidara (che questa volta non riesce a controllare il suo corpo) di "andare". Lo Tsuchikage intuisce subito che i due possono aver capito dove si trova l'isola e, allarmato, ordina a Kurotsuchi e Akatsuchi di seguire i nemici...

La tartaruga/isola si muove per cercare di "scrollarsi" di dosso il serpente che, ovviamente, non molla la presa. Muovendosi, la tartaruga provoca un "terremoto" sul suo guscio e Naruto, che si trova insieme agli animali, cerca di riportare un po' ordine nella grotta. Kabutomaru spiega che quel serpente gigante altri non è che la versione "potenziata" di Manda: in pratica Kabutomaru è riuscito a ricombinare le cellule del vecchio Manda con alcune "sostanze" rendendolo, di fatto, più forte e più agile del suo predecessore. E, proprio grazie al fatto che l'isola è in realtà una creatura vivente, Kabutomaru è riuscito ad avere un "vantaggio" rispetto all'alleanza degli shinobi che, effettivamente, si è vista ritorcersi contro quella che doveva essere la loro "tattica vincente"...

Kabutomaru e Deidara osservano l'isola/tartaruga dall'alto anche se, tra i due, il più confuso è sicuramente il "resuscitato" che, pur vedendola con i suoi occhi, non riesce a capire cosa "diavolo" è quella cosa che sta guardando. Kabutomaru spiega all'alleato e "sottoposto" che quella altro non è che una tartaruga gigante e che, sopra di essa, ci sono l'Hachibi e il Kyuubi. Dopo un attimo di "smarrimento" Deidara, che non sembra molto "sveglio", capisce che sull'isola c'è anche Naruto e, sorridendo, il nukenin dice che "non vede l'ora" di confrontarsi con quel "bastardo". E, per far modo che questo accada, Kabutomaru chiede a Deidara un'esplosione "micidiale" per bloccare la marcia della tartaruga. Deidara non se lo fa ripetere due volte e, dopo che il nuovo Manda si è posizionato sul guscio della tartaruga, una medusa gigante si avvicina minacciosa alla testuggine. Arrivata vicino alla parte sommersa del guscio della tartaruga, la medusa va quasi a "toccare" il suddetto guscio e in quel momento, dal cielo, Deidara pronuncia il suo "Katsu" innescando, nell'animale planctonico, l'esplosione fatale che fa capovolgere l'enorme isola/testuggine!

Naruto e gli altri vengono letteralmente "capovolti" insieme alla tartaruga e, se non fosse per il pronto intervento di Yamato (che ha fatto crescere degli alberi per "attutire" la caduta degli shinobi e degli animali), tutti si sarebbero fatti molto male. Naruto e Bee sono un po' scossi ma, quando vede che l'armadillo di prima è svenuto, il biondo ninja di Konoha gli guarda gli attributi e segna sul taccuino che l'animale è "maschio"! Yamato si arrabbia un po' ma, avvertito da Motoi, l'ANBU si zittisce subito: Naruto non ha ancora capito che sono sotto attacco e, per il momento, rimane di vitale importanza per loro che il ragazzo rimanga a tutti i costi nella grotta...

Deidara dice a Kabutomaru che si occuperà lui dello Tsuchikage e dei suoi alleati e così, tranquillizzato, il nuovo membro dell'Akatsuki si lancia verso l'isola. Ora Deidara si trova davanti al vecchio Oonoki e, guardandolo in faccia, il resuscitato ex shinobi del Villaggio della Roccia inizia a sudare. Infatti, dalla faccia di Oonoki, si capisce che l'anziano non è per niente "soddisfatto" del comportamento di Deidara e, mentre sta preparando qualcosa tra le mani (una specie di raggio a forma di cono), il Kage dice al suo ex-sottoposto se si ricorda di come lo Tsuchikage può essere "terrificante"...

Spoiler capitolo 514:

Lo Tsuchikage sta preparando una tecnica talmente potente (il Chiriton) che Akatsuchi, preoccupato, lo ferma proprio mentre sta per lanciarla! Il ragazzo spiega al vecchio Oonoki che Deidara è proprio sulla traiettoria dell'isola/tartaruga e, se scagliasse il suo Chiriton da li, sicuramente la distruggerebbe in un sol colpo. Deidara, vedendo che entrambi sono distratti, ne approfitta per lanciargli addosso un piccolo volatile esplosivo ma, con gran velocità, Akatsuchi crea un Golem di pietra che protegge sia lui che Oonoki dall'esplosione...

Kurotsuchi sta inseguendo Kabutomaru che, dopo essere "atterrato" sull'isola, viene informato da uno dei suoi serpenti che Naruto si trova nascosto da qualche parte all'interno della tartaruga...

Naruto, Aoba e Yamato parlano dei terribili terremoti che affliggono l'isola che, essendo molto "instabile", e spesso preda di questi sismi incontrollabili che "rivoltano sia il cielo che la terra". Naruto vuole uscire dalla grotta per dare un'occhiata ma Yamato, con uno sguardo serissimo, dice al ragazzo che la sua missione è "importantissima" e che non deve abbandonare la grotta fintanto che non avrà catalogato tutti gli animali. Aoba spera che Naruto sia così "idiota" da "bersi" una scusa del genere...ma Naruto è proprio quel tipo di "idiota" e, entusiasta, il ragazzo torna a catalogare gli animali...

Kurotsuchi "sputa" dalla bocca della calce all'indirizzo di Kabutomaru che, con facilità, scansa i colpi della ragazza. Aoba, Motoi e Yamato salgono "in superficie" e, trovatisi vicino allo scontro tra Kurotsuchi e Kabutomaru, i tre decidono di dare una mano alla ragazza. Questa sembra abbastanza strana (quello che pensa non è spesso "conforme" a quello che dice) ma, capito che i tre possono aiutarla, Kurotsuchi sputa dell'acqua verso Kabutomaru che, con un salto, evita il colpo. Ma il tutto è stato fatto secondo una logica ben precisa: il primo attacco di Kurotsuchi era formato da della calce che, mischiatosi con l'acqua, ha creato del cemento in cui Kabutomaru si è andato a "invischiare" cadendo, di fatto, nella trappola della ragazza! I tre si organizzano per fare in modo che Aoba possa scrutare nella mente di Kabutomaru...

Lo Tsuchikage sta inseguendo Deidara dando prova che, nonostante l'età, la sua velocità non è mai calata. Deidara odia profondamente il vecchio Oonoki che, dal canto suo, detesta il modo con cui il suo ex-sottoposto combatte...

Aoba si avvicina a Kabutomaru per "estorcergli" delle informazioni ma, proprio quando è ormai a due passi dal nemico, questo apre la bocca e si trasforma in un serpente! Sfuggito con facilità da Aoba, Kabutomaru apre le sue fauci stagliandosi a gran velocità verso Yamato che, colto di sorpresa, viene inghiottito dal nemico!

Oonoki si trova abbastanza lontano dall'isola così, calcolato che non può fare "ulteriori danni", lo Tsuchikage prepara il suo Chiriton. Deidara non sta a guardare e crea un piccolissimo "clone" di C4 ma, appena sta per scagliare il suo colpo, la "tomba" si apre dietro di lui "inghiottendolo" senza troppi complimenti...

Kabutomaru scappa a gran velocità verso Manda e, dopo essere entrato nella sua narice, scompare insieme all'evocazione! Lo Tsuchikage e Akatsuchi raggiungono l'isola mentre Aoba, che è scivolato sul cemento, chiede aiuto per uscire. Oonoki si preoccupa di far uscire Aoba dal cemento e il ragazzo, preoccupato, chiede a Motoi e agli altri come fare ora che Yamato è stato catturato. Motoi non sa che pensare mentre Oonoki, preoccupato, teme che Yamato possa rivelare delle informazioni molto preziose a Madara. Aoba rassicura lo Tsuchikage dicendogli che Yamato è "un osso duro" ma Oonoki, che conosce bene Madara, sa che è molto difficile sfuggire "a quegli occhi"...

Yamato è stato legato e consegnato a Madara che, ovviamente, si aspettava qualcosa "di diverso". Ma Kabutomaru puntava a Yamato sin dall'inizio perché, oltre ad avere informazioni preziose sul nemico, grazie alle cellule del ragazzo potrà "potenziare" gli Zetsu rendendoli ancora più forti e numerosi. Tutto sommato a Madara l'idea di Kabutomaru piace ma, con un primo piano inquietante, andiamo a scoprire che l'Uchiha si è impiantato il Rinnegan al posto dell'occhio sinistro...occhio che, ora, brama "guerra"!

Spoiler capitolo 514 di Naruto
Spoiler capitolo 514 di Naruto
Spoiler capitolo 514 di Naruto
Spoiler capitolo 514 di Naruto
Spoiler capitolo 514 di Naruto
Spoiler capitolo 514 di Naruto
Spoiler capitolo 514 di Naruto
Spoiler capitolo 514 di Naruto
Spoiler capitolo 514 di Naruto

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

6 commenti Aggiorna
Ordina: