Lucca Comics 2010: le dediche dei disegnatori

Bastien Vivès - primo piano dello schizzo

A volte è solo una firma o uno schizzo velocissimo perché la fila è lunga e il tempo è poco. Altre volte c'è l'occasione e per un disegno più dettagliato e talvolta ci si ritrova addirittura con un piccolo dipinto. Che vada a personalizzare e impreziosire i fumetti appena acquistato o finisca ad arricchire la propria collezione o le pareti della propria stanza la dedica è un qualcosa di prezioso che serve a rendere felici gli appassionati e avvicinare chi fa i fumetti e chi li legge.

I disegni fatti dal vivo sono una delle attrattive principali di presentazioni, incontri e manifestazioni fumettistiche come Lucca Comics. Oltre ad acquistare le ultime novità, recuperare arretrati e magari fare una rapida visita alle mostre, i lettori hanno la possibilità di vedere in carne e ossa e scambiare qualche parola con gli autori. Complici gli editori, che dedicano una parte dei tavoli e programmano "turni" durante le giornate, è possibile assistere come grazie a matite, penne, pennarelli, acquerelli, e altri strumenti (a volte improvvisati o di fortuna)il foglio bianco si trasforma in qualcosa di unico.

Bastien Vivès Salvatore Amedei Sara Colaone

Eccovi allora una serie di veloci scatti fatti lo scorso sabato che mostrano alcuni degli autori ospiti a Lucca Comics 2010, tutti intenti a personalizzare le loro opere o semplicemente soddisfare richieste dei fan che affollavano gli stand.
È ovviamente solo una piccolissima parte delle decine di fumettisti presenti ma è una selezione che pesca da vari editori, generi e culture fumettistiche.

sara Colaone (dettaglio) Silvia Ziche Silvia Ziche

Nella gallery fotografica trovate, nell'ordine: il giovane francese Bastien Vivès (ospite della Black Velvet), Salvatore Amedei (ospite della ProGlo Edizioni), la versatile Sara Colaone (Kappa Edizioni), la Disneyana Silvia Ziche (allo stand Rizzoli Lizard), lo studio "The Italian Job" (che include Giuseppe Camuncoli e Riccardo Burchielli), l'irriverente Tuono Pettinato (Andrea Paggiaro) e la mangaka Yoshiko Watanabe, già assistente di Osamu Tezuka.

The Italian Job (al centro Riccardo Burchielli) Tuono Pettinato Yoshiko Watanabe

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

3 commenti Aggiorna
Ordina: