Mecha-ohmu: da Nausicaä al laboratorio del Professor Gen Endo

Nausicaa

Dal capolavoro dell'animazione cinematografica di Hayao Miyazaki al laboratorio di robotica del Prof. Endo, l'Ohmu, il “Verme re”, diventa realtà. Più o meno...

Lo scorso fine settimana si è svolto all'Istituto di Tecnologia di Tokyo il "Make: Tokyo", sesta edizione dell'evento dedicato alle creazioni robotiche e tecnologiche "fai da te" di giovani ingegneri, programmatori, studenti e hardware hackers, organizzata dalla rivista californiana "Make:". La versione ridotta del gigantesco insetto che popola il "Mare della Putrefazione" nell’opera di Miyazaki, ricreato con lamiere e circuiti, è dotata di un sensore di rilevamento ostacoli che permette il cambio di direzione di fronte a intralci o barriere. Inoltre il piccolo robot è sensibile alla luce: se esposto a una sorgente luminosa più intensa i suoi "occhi" diventano rossi e parte all’attacco. Un giocattolino che è costato al suo autore circa tre anni di lavoro, ma che in concreto rappresenta l‘antinomia del messaggio ecologista e pacifista del regista, notoriamente avverso alla tecnologia. Dopo il salto due video del Mecha-ohmu in azione.

Kaze no tani no Naushika è stato il primo film di Miyazaki per lo Studio Ghibli. Tratto dal suo manga omonimo, Nausicaä racconta la vita in un mondo post-atomico in cui la civiltà industriale, un tempo prospera e potente, non è che un lontano ricordo e la superficie terrestre è ricoperta da una sconfinata foresta velenosa ribattezzata “Mare della Putrefazione”. Gli uomini ora vivono organizzati in regni nei pochi territori risparmiati dalla vegetazione. Uno di questi è la Valle del Vento, un piccolo reame protetto dai miasmi grazie ai venti che li disperdono soffiando dal mare. Qui, la principessa Nausicaä cerca di capire la natura della foresta contaminata, forte delle capacità telepatiche che le consentono di comunicare con tutti gli esseri viventi, compresi i giganteschi insetti mutanti che popolano il Mare della Putrefazione. Ma lo spettro della guerra tornerà ad affacciarsi nuovamente su questa terra martoriata promettendo distruzioni, se possibile, ancora maggiori…

Prodotto nel 1984, il pluripremiato film d’animazione è un manifesto dell’ecologismo e del pacifismo, mentre il manga originale di Miyazaki, edito in Italia da Planet Manga, è considerato dalla critica giapponese come una vera e propria opera letteraria.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.