The Walking Dead, il serial durerà fino a quando il fumetto non sarà concluso?

I ragazzi di Comic Book Resources hanno intercettato alcune dichiarazioni molto interessanti di Josh Sapan, presidente e CEO della AMC Networks Inc. che, interrogato su The Walking Dead, ha dichiarato che il serial potrebbe avere davanti a se una vita molto, molto lunga...

Furbescamente, i ragazzi di CBR hanno collegato le dichiarazioni di Robert Kirkman circa la durata cartacea di The Walking Dead (che, a detta dell'autore, potrebbe protrarsi fino al numero #300...ovvero per altri 16 anni) a quelle di Sapan che, come andremo a leggere, è riuscito a fare anche della buona ironia sulla cosa. Ed è innegabile che Sagan, da persona esperta e navigata, abbia sfruttato la cosa sia per fare pubblicità a The Walking Dead e sia, soprattutto, per dare ai fan del serial alcune rassicurazioni in merito alla buona salute del prodotto. Ma andiamo a leggere cosa ha dichiarato Sagan in merito a The Walking Dead...

Interrogato alla Barclays Global Technology, Media and Telecommunications Conference di New York, Sagan ha dichiarato:

    "We hope that zombies live forever and we've just begun to find out what the post-apocalyptic world is like [...] so that we'll be sitting here at the Barclays conference in 2022 discussing the fact that 'Walking Dead' is not over...at that point, I think any one of the companies will have replaced the United States government and we'll be in a complete free enterprise world in which there are no nations."

Sagan ha usato anche un esempio decisamente esagerato per spiegare che, in una probabile conferenza del 2022 al Barclays Global Technology, loro saranno li seduti a parlare della prossima stagione di The Walking Dead, lasciando intendere che la serie avrà davvero vita lunga! Ma si può davvero pensare che il serial di The Walking Dead riuscirà ad andare in pari alla serializzazione del fumetto e, soprattutto, a durare per almeno altri vent'anni?

Diciamocelo chiaramente: l'idea è davvero allettante e, con una media di sedici puntate a stagione, la cosa può essere fattibile. Resta da capire se il pubblico americano ed internazionale avrà voglia di seguire una storia che, pur appassionante come quella spiegata nel serial di The Walking Dead, ha spesso subito dei cali di tensione (e di narrazione) che hanno fatto storcere il naso a molti spettatori. La mia paura è che, protraendosi nel tempo, The Walking Dead possa diventare sempre meno appassionante e sempre più "personale" rispetto al fumetto che, invece, si sta dimostrando molto solido e ben strutturato.

Insomma...The Walking Dead come Dallas? Che ne pensate?

via | Comic Book Resources

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.