One Piece, Eiichiro Oda sta meglio e torna su Shonen Jump

Eiichiro Oda sta meglio: l'autore di One Piece è guarito dall'ascesso peritonsillare ed è tornato con il suo manga sulla rivista Shone Jump. Con una sorpresa.

One Piece personagi

Le preghiere dei fan sono state esaudite: Eiichiro Oda sta meglio. Come di sicuro ricorderete, il celebre mangaka qualche settimana fa era stato ricoverato in ospedale a causa di un ascesso peritonsillare. Ciò aveva mandato in depressione i lettori: per motivi di forza maggiore, la serializzazione di One Piece aveva dovuto subire un arresto.

Tuttavia Eiichiro Oda aveva rassicurato tutti: dopo qualche settimana di pausa, sarebbe tornato in forma bello e pimpante, pronto per solcare ancora una volta il Grande Blu. E' così è stato: Eiichiro Oda ha mantenuto la promessa ed ecco che è tornato a calcare le pagine della rivista Shonen Jump. Dopo due settimane di stop forzato, il nuovo capitolo di One Piece è stato pubblicato sul numero 28 della rivista Shonen Jump.

Per celebrare il ritorno di Eiichiro Oda, Shone Jump ha anche voluto fare una sorpresa ai suoi fan: non solo ha dedicato a One Piece la copertina, ma anche una specialissima tavola a colori, doppia. Per quanto riguarda Eiichiro Oda, il Maestro si è prodigato in ringraziamenti ai lettori nello spazio dei contenuti.

Storia della serializzazione

One Piece è uno shonen di Eiichiro Oda: la sua serializzazione è iniziata il 4 agosto 1997 sulla rivista Shone Jump di Shueisha ed è ancora in corso. In Italia il fumetto è pubblicato dalla Star Comics: insieme a Naruto, è una delle due serie maggiormente richieste in fumetteria. Come fortunatamente sappiamo anche noi italiani, dal fumetto nel 1999 è stato tratto anche un anime, ad opera della Toei Animation.

Qui da noi è stato trasmetto da Italia 1, Italia 2 e Boing con i titoli di All'arrembaggio!, Tutti all'arrembaggio!, One Piece - Tutti all'arrembaggio ! e semplicemente One Piece.

Pensate che in teoria Eiichiro Oda doveva finire One Piece dopo cinque anni e aveva anche previsto la fine, però alla fine si divertì così tanto con Cappello di Paglia e la sua ciurma che decise di portarla avanti, per cui adesso non ha assolutamente idea di quando potrebbe finire. Però il finale è sempre lo stesso che aveva preventivato anni fa, solo non si sa quando arriverà.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.