IPO NIPO – Campagne per la messa al bando delle mine antiuomo e per il rispetto della natura

Torna IPO NIPO, sempre più impegnato nel sociale. Dopo la campagna contro i botti di Capodanno, i personaggi ideati da Gustavo Garrafa si mobilitano ancora una volta per aggiungere la propria voce alle campagne mondiali per la messa al bando delle mine antiuomo.

Afghanistan. Ali Shashwa giocava in un campo quando ha calpestato una mina. L'esplosione gli ha provocato molte gravi ferite. Entrambe le gambe gli sono state amputate sotto le ginocchia. Le mine antiuomo uccidono o mutilano terribilmente innocenti ogni giorno. La maggior parte delle vittime delle mine sono i civili, soprattutto bambini. L'anno scorso centomila mine sono state disinnescate, ma più di due milioni giacciono ancora nascoste... Dopo il salto, il cartoon vuole anche sensibilizzare i bambini e i loro genitori sul rispetto per l'ambiente. In particolare, la campagna sociale antinquinamento è stata realizzata in collaborazione con la 5D della scuola elementare di San Benedetto Ullano (CS).