Spoiler capitolo 617 di One Piece

Spoiler capitolo 617 di One Piece

Ripartono gli spoiler di One Piece dopo che Eiichiro Oda, per una settimana, ha interrotto la serializzazione del manga sulle pagine di Weekly Shonen Jump. Ovviamente l'autore doveva un attimo "riorganizzare le idee" perché, da questo punto in poi, la storia potrebbe diventare molto interessante! Ricordiamo a tutti i lettori dell’edizione italiana di One Piece di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire dei nostri spoiler.

Dopo il salto troverete il riassunto breve del capitolo 616 e gli spoiler (con immagini) del capitolo 617.

Cosa è successo nel capitolo precedente:

Van Der Decken e Hodi Jones stanno sorvolando l'Isola degli Uomini-Pesce insieme alle loro ciurme e, ovviamente, l'obbiettivo dei pirati è quello di andare a prendere la testa di Nettuno conquistando il palazzo Ryuuguu!

Intanto, mentre Rufy osserva da lontano Jones e Decken che si stanno avvicinando pericolosamente al palazzo (anche se il ragazzo non riesce a vederli bene), Nico Robin è riuscita a scappare da degli inseguitori con alcune informazioni preziose sui "cent'anni di buio" su cui la donna sta investigando da tempo. E mentre Robin se la svigna soddisfatta, a Palazzo Ryuuguu Zoro litiga con uno dei ministri cercando di convincerlo che lui non è "un mostro assetato di sangue" ma che, al contrario, è grazie al suo intervento e a quello degli altri che i pirati lanciati da Van Der Decken non hanno conquistato il palazzo. Il ministro pare di tutt'altro avviso (voleva offrire del the ai pirati e parlare civilmente con loro) mentre Nettuno, in lacrime, cerca di convincere Nami ed Usopp a liberarlo per poter andare all'inseguimento di Rufy che, secondo il re, è il rapitore di Shiraoshi. I ragazzi cercano di spiegare a Nettuno che Rufy non è un rapitore e Brook, che è andato personalmente a controllare nella stanza della principessa, dice al re che l'amico e capitano era sopra l'enorme squalo (Megalo) e che non c'era nessuna sirena con lui. Ma Nettuno dice che Shiraoshi potrebbe esser stata nascosta da Rufy dentro Megalo e, dopo aver scatenato una fragorosa risata da parte degli astanti, questi dicono al Re che una cosa del genere è veramente troppo "assurda"...

Franky ha recuperato la Thousand Sunny e si trova ora in compagnia di Den, fratello del suo mentore e "padre" Tom che, ovviamente, è ben lieto di aiutare il cyborg-pirata. I due sembrano andare molto d'accordo e, a quanto pare, Franky è andato da Den per conoscerlo e per raccontargli tutte le opere fatte da Tom. Den è felice di sapere che suo fratello ha trovato un allievo così fedele e, visto che la Sunny ha bisogno di un nuovo rivestimento, egli si prodigherà insieme all'altro fratello (Don) per poter aiutare con così bravo ragazzo. Franky, lusingato, si fa crescere una cresta di capelli e, mentre sta guardando in giro, chiede a Den cosa ci fa quel "grosso uomo-pesce" vicino a "quella grossa tomba" che si trova vicino a loro. Den dice che quello è Jinbei e che, a quanto pare, sta facendo la guardia in attesa che arrivi "qualcuno"...

Intanto, a Palazzo Ryuuguu, le cose si mettono male per Zoro e gli altri: Hodi Jones e Van der Decken sono riusciti ad entrare all'interno del palazzo reale e ora, con somma sorpresa dei ministri (che riconoscono in Hodi uno dei loro "vecchi soldati"), i pirati sono pronti per lanciare l'assalto finale al regno di Nettuno! Zoro e gli altri sono pronti a combattere (a parte Usopp che, ovviamente, litiga con i ministri e con lo spadaccino per la situazione spiacevole in cui si sono andati a cacciare) mentre Decken, chiamando Nettuno "paparino", chiede a quest'ultimo dove si trova la sua amata Shiraoshi. Nettuno, arrabbiatissimo, dice a Decken che è stato lui a rapirla perché, a quanto pare, Shiraoshi non si trova più nel palazzo reale! Decken non crede alle sue orecchie e, pensando che sia una bugia, lancia un corallo all'indirizzo di Shiraoshi usando la sua abilità. E, effettivamente, il corallo non si va a scontrare contro la torre e, arrabbiato, Decken promette a Shiraoshi che se non la sposerà sarà "morte certa"!

Spoiler capitolo 617:

Van Der Decken è partito all'inseguimento del corallo da lui lanciato che, grazie alla sua abilità, lo porterà dritto dritto "tra le braccia" di Shiraoshi. Ovviamente Nettuno non vuole che Van Der Decken possa fare del male a sua figlia e, disperato, il regnante chiede ai Mugiwara di inseguire il pirata. Ma Zoro e gli altri hanno un problema ben più grosso da affrontare: Hodi Jones!

Nami nota che sul braccio di Hodi Jones è tatuato il simbolo dei pirati di Arlong e l'uomo pesce, parlando a Zoro e gli altri, dice che lui vuole seguire proprio le orme del suo predecessore che, per colpa dei Mugiwara, non è riuscito a raggiungere il suo obbiettivo finale: distruggere gli umani e conquistare tutto quello che c'è sopra il livello del mare! Nami è disgustata dalle parole di Hodi (la ferita infertagli da Arlong è ancora aperta e viva in lei) mentre Zoro e Usopp, che ben ricordano quella battaglia, sono consci d'aver a che fare con un individuo molto pericoloso. E, nonostante i ministri cerchino di far capire ad Hodi che egli era un soldato fedele a Nettuno, questo dice loro che è stato utile stare al soldo del regnante perché, nel periodo d'addestramento, ha imparato tante tecniche di combattimento che gli sono state utili per diventare quello che è ora. E, per dare dimostrazione della sua forza, Hodi sgretola l'ingresso al palazzo reale usando solo una mano e, soprattutto, senza aver ingoiato nessuna delle sue pillole speciali!

L'acqua dell'oceano comincia ad entrare nel palazzo e Hodi, che mirava a questo, usa una tecnica speciale per tramutarla in proiettili. Questi "proiettili d'acqua" si dirigono a gran velocità verso le persone che Zoro aveva legato e Nettuno, con spirito di sacrificio, mette il suo corpo davanti ai ministri e ai soldati proteggendoli dall'attacco. Hodi deride Nettuno dicendogli che è veramente "patetico" ma, poco prima che Jones possa usare un altro attacco contro il regnante, Zoro usa una delle sue tecniche per bloccare il pirata che, usando come scudo uno dei suoi uomini, riesce a non subire danni dall'attacco! Lo spadaccino ordina a Usopp e agli altri di liberare gli ostaggi perché, purtroppo, non è riuscito a mantenere la promessa di tenerli "sani e salvi" fintanto che le loro richieste non fossero state esaudite. Uno dei ministri ammira l'onestà di Zoro mentre Brook, che è in leggera difficoltà con l'acqua, dice allo spadaccino che Nami non si riesce più a trovare! Hodi non vuole che Usopp e gli altri liberino i prigionieri, ma è lo stesso cecchino che riesce a guadagnare tempo usando una specie di "fiore puzzolente" che, per qualche minuto, blocca i compagni di Jones...

Zoro dice agli altri di recuperare le armi e di prepararsi a combattere e, trattenendo il respiro, lo spadaccino si immerge insieme a Jones che, a quanto pare, vuole combattere contro il Mugiwara!

Intanto Rufy è riuscito a ritrovare Sanji e Chopper che, come ricorderete, sono in compagnia del povero Hacchan (che è stato ferito dai coltelli lanciatigli addosso da Van Der Decken). Rufy chiede ad Hacchan come sta e, tutt'attorno a loro, si raduna una folla di persone che indica "Cappello di paglia" e la sua ciurma come rapitori di sirene. Sanji si difende da quest'accusa mentre Shiraoshi, che è ancora nascosta dentro la bocca di Megalo, chiede allo squalo di resistere ancora un po'. Ma Megalo non ce la fa più e, con le lacrime agli occhi, lo squalo è costretto a "sputare" Shiraoshi davanti agli occhi della folla! Cosa succederà ora?

Spoiler capitolo 617 di One Piece
Spoiler capitolo 617 di One Piece
Spoiler capitolo 617 di One Piece
Spoiler capitolo 617 di One Piece
Spoiler capitolo 617 di One Piece
Spoiler capitolo 617 di One Piece
Spoiler capitolo 617 di One Piece
Spoiler capitolo 617 di One Piece
Spoiler capitolo 617 di One Piece
Spoiler capitolo 617 di One Piece
Spoiler capitolo 617 di One Piece

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.