Spoiler capitolo 531 di Naruto

Spoiler capitolo 531 di Naruto

Scontri intensi ed emozionanti in questo nuovo capitolo di Naruto! Finalmente l'azione diventa frenetica ed avvincente e, capitolo dopo capitolo, Masashi Kishimoto sta preparando un "tappeto narrativo" che, probabilmente, si concluderà solo con un evento...indovinate quale! Ovviamente ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il riassunto breve del capitolo 530 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 531.

Cosa è successo nel capitolo precedente:

Darui, coadiuvato dal trio Shikamaru-Ino-Choji, è riuscito a sigillare il pericolosissimo Kinkaku nel "Vaso Purificatore d'ambra" e, fatto un rapido conto dei "tesori" persi durante la battaglia, il generale si accorge che manca all'appello il "Ventaglio Banana"...

E, mentre Shikamaru e Ino si complimentano con Choji per il "buon lavoro" svolto, Kakuzu spunta alle loro spalle con un chiarissimo intento omicida! Ma il resuscitato pare solo voler parlare con i tre e, dopo uno scambio di battute con Shikamaru, Kakuzu capisce che il giovane "ragazzo delle ombre" è riuscito a sconfiggere il suo partner Hidan. La cosa, però, non sembra importare più di tanto a Kakuzu che, dopo aver evocato i suoi cloni/cuori, dice ai ragazzi che loro hanno solo "l'argento" mentre, dalla parte di Madara, c'è ancora tanto "oro". E l'oro è rappresentato da Dan e Asuma che, resuscitati dalla tecnica di Kabutomaru, stanno ora combattendo dalla loro parte! I ragazzi rimangono letteralmente a "bocca aperta" mentre Chouza (che scopriamo essere amico di Dan), ancora nella sua forma "gigante", viene contattato da Dan con la speranza che i ninja dell'alleanza possano rinchiuderlo nel Shishienjin prima che il resuscitato possa usare la sua "trasformazione fantasma". Kakuzu sembra felice d'aver messo sotto pressione il trio degli ex-allievi di Asuma, ma viene subito "fermato" da Izumo e Kotetsu che, con un attacco combinato alle spalle del "mostro", riescono ad imprigionarlo con una specie di catena. Interviene anche Shikaku che, grazie ai ninja sensoriali, può sentire quello che sta succedendo sul campo di battaglia e, dopo aver impartito a Izumo e Kotetsu l'ordine di occuparsi di Kakuzu, il padre di Shikamaru dice a suo figlio e ai suo amici che saranno loro a vedersela con Asuma!

L'ordine di Shikaku viene contestato da Izumo e Kotetsu ma, ricordando le parole del defunto maestro, Shimakaru e i suoi compagni prendono coraggio e decidono di eseguire quanto gli è stato ordinato. E così, con una pacca sulle spalle di Ino agli amici, i tre si preparano a fronteggiare Asuma mentre, poco distante da loro, la battaglia infuria senza sosta...

Intanto, nella foresta dove Kankuro ha affrontato Deidara e Sasori, il team composto da Hanzou-Chiyo-Kimimaru e dal ninja facente parte del primo gruppo d'assalto sono sulle traccie del giovane comandante che, grazie alla fitta vegetazione, è riuscito a nascondersi insieme al suo team. Ma, dopo un battibecco con Chiyo, Hanzou evoca una creatura che, rilasciando un gas velenoso che si spande per gran parte della foresta, riesce a "stanare" Kankuro e i suoi sottoposti. Ormai per i ragazzi sembra arrivata la fine ma, proprio all'ultimo minuto, Mifune incrocia le lame con Hanzou e, con educazione e determinazione, il samurai chiede allo shinobi se vuole sfidarlo "qui ed ora"!

Spoiler capitolo 531:

Shikamaru, Choji e Ino incontrano di nuovo il loro sensei e, nonostante il tempo passato senza di lui e l'elaborazione del lutto che hanno dovuto sopportare, i ragazzi sono decisi più che mai a scontrarsi con Asuma. Questo li riconosce e, guardandoli, dice loro che sono diventati "davvero grandi". Shikamaru, a testa bassa, dice ad Asuma che è grazie a lui che sono diventati così e, insieme ad Ino e Choji, il ragazzo si lancia all'attacco...

Intanto, nella foresta, i samurai prestano soccorso ai membri della squadra d'assalto avvelenati dall'attacco di Hanzou. I samurai di Mifune hanno una speciale maschera che li isola da qualsiasi tipo di veleno quindi, grazie ad essa, possono respirare senza troppi problemi. E così, mentre Hanzou e Mifune incrociano le lame, la vecchia Chiyo dice a Kankuro che lei ha cercato di combattere con la salamandra velenosa per tanto tempo e, nel corso degli anni, ha imparato a conoscerla molto bene. Per questo la vecchia Chiyo dice a tutti che la salamandra ha bisogno di cinque minuti prima di ricaricare il veleno e, irritato, Hanzou insulta ancora una volta Chiyo. Ora che tutti sanno il segreto della sua salamandra, Hanzou ordina alla sua "alleata" di nascondersi per un po' mentre Kimimaro, per nulla intimorito dai samurai, estrae le sue ossa ed inizia a combattere contro i membri dell'alleanza...

Hanzou e Mifune sono faccia a faccia e, a quanto pare, il samurai ha già incontrato lo shinobi tempo addietro. Hanzou non si ricorda di Mifune ma il samurai, anziano ma ancora in possesso di buona memoria, dice all'avversario che "quella volta" lo shinobi è riuscito a vincere ma non ad eliminarlo...

Tra i due scoppia una furiosa battaglia dove Hanzou, braccato dalla velocissima tecnica di spada di Mifune, non riesce ad eseguire nessun tipo di sigillo. Mifune spiega ad Hanzou che c'è qualcosa che lui non ha capito riguardo alla "vittoria" in uno scontro mentre lo shinobi, dal canto suo, non riesce a credere che un samurai come l'avversario si sia "piegato" ai voleri dei ninja. Mifune risponde ad Hanzou dicendogli che il suo credo (ovvero che "la spada è uguale ad una persona") e quello dei samurai sono sempre con lui, ma c'è qualcosa che condivide insieme agli shinobi...una fede molto più profonda ed importante: la pace! Hanzou non crede alle parole di Mifune e, mentre battagliano, i due sfoderano delle tecniche di combattimento ravvicinato veramente incredibili...

Le parole di Mifune riecheggiano nella mente di Hanzou che, in un flashback, ricorda quando è stato ucciso da Yahiko/Pain...un ricordo che, per Hanzou, è un "collegamento" alle parole del samurai. Ma Hanzou non riesce ancora a capire cosa Mifune gli voglia dire e così, piuttosto che pensarci su, lo shinobi evoca nuovamente la sua salamandra velenosa. Ma questa non ha neanche il tempo di usare il suo gas che Mifune, con un taglio preciso e velocissimo, la neutralizza in men che non si dica! Hanzou è in difficoltà e, proprio mentre sta per sferrare l'ennesimo attacco a Mifune, il samurai dice allo shinobi dove sta sbagliando: lanciare il proprio corpo verso la battaglia con la lama "sporca di sangue" è sempre stato l'errore di Hanzou...un errore che gli è già costato la vita e che, ora, potrebbe costargliela di nuovo...

Spoiler capitolo 531 di Naruto
Spoiler capitolo 531 di Naruto
Spoiler capitolo 531 di Naruto
Spoiler capitolo 531 di Naruto
Spoiler capitolo 531 di Naruto
Spoiler capitolo 531 di Naruto
Spoiler capitolo 531 di Naruto
Spoiler capitolo 531 di Naruto
Spoiler capitolo 531 di Naruto
Spoiler capitolo 531 di Naruto
Spoiler capitolo 531 di Naruto

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.